Categoria Sanità vicina

La sanità in Canada

Altri paesi possono imparare molto dal Canada. La principale lezione è che un sistema sanitario pubblico troppo focalizzato sull’ospedale e sull’assistenza medica produrrà pochi risultati: anche aumentando in maniera massiccia la spesa non si risolveranno i problemi, a meno che non si introducano le riforme necessarie basate sull’integrazione dei servizi e sulla responsabilizzazione dei medici

In definitiva i medici devono diventare full partner del sistema, direttamente impegnati nel progettarne la direzione e pienamente impegnati nel migliorare l’accessibilità, la qualità e l’efficienza … leggi tutto  (Chiara Milani – saluteinternazionale.info)

Gimbe: “Per il mal di schiena si prescrive una valanga di esami e farmaci”

Test diagnostici ‘sorvegliati speciali’ per sprechi

Mal di schiena, un disturbo diffuso per cui si prescrivono troppi esami diagnostici e farmaci. Consistenti evidenze scientifiche documentano che nei pazienti con lombalgia e sciatalgia alcuni trattamenti come l’esercizio fisico, la terapia manuale e la psicoterapia vengono ampiamente sotto-utilizzati, mentre vengono dati inappropriatamente analgesici e, soprattutto, una valanga di test quali Tac e risonanze magnetiche che allungano le liste d’attesa.

Corre ai ripari l’Osservatorio Gimbe per la sostenibilità del Ssn, che ha eletto i test di imaging nel mal di schiena a ‘sorvegliati speciali’ per stimare sprechi diretti e indiretti conseguenti al loro sovra-utilizzo.

“In assenza dei cosiddetti ‘segni di allarme’ – sottolinea Nino Cartabell...

Vaccini, vero o falso? Ecco le risposte giuste

L’Iss aggiorna il Primo Piano nell’Home page dell’Istituto con un Fact Checking sul tema vaccini

È FALSO CHE:

– I vaccini possono indebolire il sistema immunitario e portare alla comparsa di malattie autoimmuni. La nostra capacità di rispondere agli antigeni si sviluppa prima ancora della nascita e il sistema immunitario di un neonato è perfettamente capace di rispondere ogni giorno a migliaia di antigeni, molti di più di quelli contenuti nei vaccini.

– I vaccini contengono sostanze tossiche e pericolose come mercurio, formaldeide, alluminio. Nessuno dei vaccini commercializzati in Europa contiene da diversi anni derivati del mercurio, di cui peraltro non è mai stata dimostrata la pericolosità nelle quantità e nelle forme contenute nei vaccini...

Medici dicono no a visite ‘a tempo’: “Cronometro non misura cure”

Una visita oncologica? Non può durare più di 20 minuti. Un’ecografia ostetrica o ginecologica? Altrettanto

Mezz’ora, invece, è concessa per una gastroscopia, 35 minuti se occorre fare anche la ‘biopsia di una o più sedi di esofago, stomaco o duodeno’.

Sono solo alcuni esempi tratti da uno dei ‘tempari’ delle prestazioni specialistiche ambulatoriali “che alcune Regioni hanno imposto per decreto, senza consultare i rappresentanti dei medici”, denuncia la Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) che ha votato una dura mozione contro questi provvedimenti di cui chiede il ritiro … leggi tutto  (adnkronos)

Sclerosi multipla: ricerche che pongono le basi di future terapie

Si chiamano “exosomi” (o vescicole membranose extracellulari) e sono particelle di dimensioni molto piccole, che si formano dalla membrana cellulare e servono a trasportare e scambiare diversi tipi di molecole tra le cellule

Da tempo se ne occupa il gruppo di ricercatori coordinato da Stefano Pluchino, ma quali risvolti concreti potranno avere studi come questi nei confronti della sclerosi multipla?

Prova a spiegarlo in questa intervista lo stesso Pluchino … leggi tutto  (Intervista di Barbara Erba a Stefano Pluchino – superando.it)

La sclerosi multipla nasce nell’intestino, nuova pista italiana

Gli scienziati del San Raffaele di Milano svelano un possibile ruolo chiave della flora batterica

La sclerosi multipla potrebbe nascere nell’intestino. A indicare la nuova ‘pista’ è uno studio dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano, che svela un possibile ruolo chiave del microbiota nell’origine della malattia neurologica. Il lavoro, finanziato dall’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) e dalla sua Fondazione Fism, è pubblicato su ‘Science Advances‘ e ha scoperto un legame tra l’anomalia della flora batterica intestinale, l’attività del sistema immunitario e l’andamento della patologia.

“Nell’intestino dei pazienti colpiti da sclerosi multipla recidivante-remittente“, la forma che alterna crisi e recuperi, “durante le fasi che precedono la riattivazione della malattia si os...

Dove mi opero? Ecco i 5 ospedali italiani al top

Dove è meglio operare il cuore di un bimbo? E dove un aneurisma? E ancora: in quale ospedale sottoporsi all’impianto di una protesi? Dove curare una prostata ingrossata? E un tumore dell’utero o della tiroide? Il portale ‘Dove e come mi curo’ propone ai pazienti una bussola online, stilando la classifica delle 5 strutture italiane ‘al top’ per 9 tipi di interventi chirurgici, in base al numero di casi trattati ogni anno

Perché “troppo spesso i cittadini, anziché orientarsi su centri di eccellenza, si indirizzano verso altri suggeriti da parenti e amici senza il supporto di dati oggettivi”. Primo fra tutti la cosiddetta ‘massa critica’: è infatti dimostrato che “un alto numero di interventi ha un impatto positivo sull’esito delle cure”.

Ecco allora che il Policlinico San Donato di San D...

Protesi mioelettrica a soli 22 mesi, eccezionale intervento a Torino

Una mini protesi mioelettrica per un piccolo paziente di soli 22 mesi. L’intervento ‘al limite’ è stato eseguito, lo scorso 23 maggio, dall‘Officina ortopedica Maria Adelaide di Torino

Le operazioni di chirurgia protesica in età pediatrica sono infatti molto rare, non raggiungono nemmeno l’1% del totale. Il bimbo era nato senza l’avambraccio sinistro, a causa di una malformazione congenita.

La protesi realizzata a Torino è un dispositivo che sfrutta le deboli correnti bioelettriche generate dall’attività muscolare: queste, opportunamente amplificate e integrate, possono agire su un interruttore e chiudere un circuito, permettendo di avviare un micromotore che mette in azione l’apparecchiatura … leggi tutto  (adnkronos)

Malattie rare, nascono le reti di riferimento europee. E il network italiano

Da 6 mila a 8 mila malattie rare colpiscono o colpiranno circa 30 milioni di persone nell’Unione europea. Molte di queste malattie rare causano dolore cronico e sofferenze e alcune di esse sono potenzialmente letali

Per mettere in rete conoscenze e prassi, il 4 luglio sarà presentato “Ern Italia”, che si unirà alle reti europee già operative

Si chiamano “Ern”, sono le reti di riferimento europee per le malattie rare, promosse dalla Commissione europea. Dal 4 luglio ci sarà anche quella italiana, che nascerà ufficialmente alle ore 12 presso il ministero della Salute, alla presenza della ministra Lorenzin. Obiettivo delle”Ern” è ottimizzare diagnosi e presa in carico, attraverso la messa in rete delle conoscenze ed esperienze dei diversi Paesi europei.

Nel concreto, per v...

Fondazione “il bene” onlus – Festa Popolare 1 Luglio 2017 (video)

1 luglio 2017, prima festa popolare della Fondazione

Perchè il 1 luglio facciamo la festa popolare? Per presentare il Nuovo Programma sulle Malattie Neurologiche Rare e Neuroimmuni dell’Azienda USL di Bologna presso l’IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche dell’ospedale Bellaria!

Un grande risultato, nato grazie alla professionalità dei medici, alla disponibilità dell’Azienda Sanitaria ed il prezioso lavoro delle associazioni di pazienti! Non mancare, iscriviti sul nostro sito!

Il contributo a sostegno della Fondazione per partecipare alla serata è di € 10.

NON MANCARE!

Cosa stai aspettando? Compila il form che trovi sul sito della Fondazione Il Bene Onlus per prenotare il tuo posto e partecipare ai festeggiamenti!

Aperitivo, aperto dalle ore 18.00 con più di 10 espositor...

Due chiacchiere con la ricercatrice Benedetta Bodini, Premio Montalcini 2017

Durante il Congresso tenutosi in occasione della Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla, di cui vi ho già parlato, ho avuto la fortuna e l’onore di fare due chiacchiere con Benedetta Bodini, che si è aggiudicata il Premio Rita Montalcini 2017 per la sua attività di ricerca

Mi ha spiegato, in parole molto semplici, le modalità e gli obiettivi della ricerca condotta a Parigi, presso l’ospedale Pitié Salpêtrière.

«Utilizziamo una tecnica molto avanzata di imaging cerebrale – dice – Sappiamo che la risonanza magnetica è utilissima per contare le lesioni o fare la diagnosi di sclerosi multipla e anche come strumento di prognosi per vedere se la terapia sta funzionando o meno. Con la risonanza magnetica vediamo le lesioni, però non vediamo quello che succede dentro le lesi...

Lorenzin: «Il digitale rivoluzionerà la sanità in Italia»

Fatemi l’in bocca al lupo per il decreto vaccini

Finchè non arriva all’approvazione definitiva non si può mai sapere». Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin risponde così dal palco di Digithon alla domanda sul decreto Vaccini, ora al Senato.

«È importante che il decreto non venga svuotato di valore
scientifico. Poi siamo aperti a modifiche. Per esempio, sull’istituzione dell’anagrafe nazionale vaccinale abbiamo già approvato le risorse per finanziarla» … leggi tutto  (di  – il sole 24ore)

 

Vaccini, Lorenzin: “Obbligatorietà non si discute”

Sull’obbligatorietà di dodici vaccini, finita in particolare nel ‘mirino’ M5S, nessun passo indietro dal governo

La ministra della Salute Beatarice Lorenzin, dopo l’audizione in commissione Sanità di palazzo Madama, sottolinea che “il tema non è il numero dei vaccini (presto la Francia ne avrà undici), perché quello viene deciso in base al contesto epidemiologico di ogni singolo Paese” … leggi tutto  (adnkronos)

Lotta alla solitudine delle malattie genetiche rare

«Il nostro compito non è solo fare ricerca, ma comunicarla, e comunicarla bene

Se i ricercatori non hanno un rapporto diretto con i medici di base e i cittadini, si resta isolati.

Una regola valida per tutte le discipline scientifiche, ma che nel campo delle malattie rare diventa cruciale»: parole certamente significative, quelle pronunciate da uno dei responsabili scientifici del convegno di Procida (Napoli), intitolato “Malattie genetiche rare: dalla diagnostica alla comunicazione”, a declinare un concetto su cui si sono basati i vari lavori di tale appuntamento … leggi tutto (s.b. – superando.it)