Categoria Sanità vicina

Vaccini, la Corte Costituzionale ha deciso: l’obbligo a scuola è legittimo

L’obbligo dei vaccini a scuola e’ legittimo nel contesto attuale. Lo ha deciso la Corte Costituzionale nell’udienza di ieri

“Davanti alla Corte costituzionale- si legge in un comunicato della Consulta- sono state discusse le numerose questioni di legittimità costituzionale promosse dalla Regione Veneto sul decreto legge n. 73 del 2017, convertito nella legge n. 119 del 2017, in materia di vaccinazioni obbligatorie per i minori fino a 16 anni di età.

Le questioni sottoposte alla Corte costituzionale non mettevano in discussione l’efficacia delle vaccinazioni – attestata dalle istituzioni a ciò deputate (Organizzazione mondiale della sanità; Istituto superiore di sanità) e da una lunga serie di piani nazionali vaccinali – ma la loro obbligatorietà, sospesa dalla Regione Veneto con ...

Sanità online, meno di un emiliano su dieci usa il Fascicolo elettronico: la campagna della Regione

Prenotare un esame, pagare una visita, spostare un appuntamento: solo 377mila iscritti al servizio. Ecco perché può essere utile

“Fascicolo sanitario elettronico. Serve a tutti. Serve anche a te. Serve anche a me”. Così recita la nuova campagna della Regione Emilia Romagna che promuove il Fascicolo sanitario elettronico, uno strumento che ambisce a rendere più facile l’approccio al servizio sanitario pubblico per tutti i cittadini.

Il Fascicolo consiste in un profilo storico dello stato di salute del cittadino e contiene i risultati di ogni analisi a cui si è sottoposto: referti di visite specialistiche, verbali del pronto soccorso, prescrizioni, radiografie, certificati...

Modificato il Dna in un paziente

Dna modificato in una persona vivente per curare una grave malattia. Scienziati statunitensi per la prima volta hanno provato a modificare un gene direttamente nel corpo di un uomo per cambiarne in modo permanente il suo Dna e cercare così di curare una malattia

L’esperimento che sta facendo il giro del mondo è stato realizzato lunedì all’Ucsf Benioff Children’s Hospital di Oakland (California) su Brian Madeux, 44 anni, affetto da una rara malattia metabolica, la sindrome di Hunter. I primi segni per capire se l’approccio sta funzionando si avranno in un mese, ma entro tre mesi si saprà con sicurezza se il trattamento è riuscito. In caso di successo, si potrebbe dare un grande impulso alla terapia genica … leggi tutto  (adnkronos)

15 novembre, prima giornata mondiale del cordone ombelicale

Dal 1988 ad oggi sono 35 mila i trapianti effettuati nel mondo che hanno visto l’utilizzo delle cellule staminali cordonali per trattare oltre 80 malattie. Il World Cord Blood Day ha due importanti obiettivi: il primo di carattere scientifico, il secondo obiettivo ha invece una valenza divulgativa

È stata istituita per il 15 novembre di quest’anno la prima Giornata Mondiale del Cordone Ombelicale. Il World Cord Blood Day ha due importanti obiettivi: il primo di carattere scientifico perché vede la mobilitazione a livello mondiale delle più importanti società ed enti pubblici e privati operanti nel settore che si confronteranno in eventi e convegni per presentare le più recenti evidenze scientifiche e i traguardi raggiunti nel settore; sono oltre 35 le iniziative accademiche sul tema p...

Protesi totale al ginocchio col robot, Verona apripista

Per la prima volta in Italia sono stati portati a termine con successo cinque interventi di sostituzione protesica totale di ginocchio mediante procedura robotica

A fare da apripista la Clinica San Francesco di Verona, struttura sanitaria polispecialistica accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale.

La chirurgia protesica totale di ginocchio robotizzata rappresenta la forma più avanzata ed innovativa del trattamento sostitutivo di questa complessa articolazione.

La nuova metodica applicata consente di impiantare una protesi totale con una maggiore precisione ed un perfetto bilanciamento legamentoso rispetto alla tecnica tradizionale; questi elementi sono fondamentali per un più rapido recupero funzionale dell’articolazione e per la durata nel tempo dell’impianto … leggi tutto  (...

A Rimini nasce il primo poliambulatorio medico a offerta libera

Si chiama La Filigrana e realizza il sogno di don Oreste Benzi. Verrà inaugurato domani a Rimini, grazie alla disponibilità di 21 medici che qui presteranno gratuitamente la propria opera professionale

«Buongiorno dottore, vorrei prenotare una visita, quando vengo?» «Se non può pagare venga domani, altrimenti dovrà aspettare». Un dialogo surreale? No, non al poliambulatorio la Filigrana, inaugurato venerdì 3 novembre in via Casalecchio 5 a Rimini. La Filigrana è il primo poliambulatorio ad offerta libera: qui i pazienti potranno rivolgersi al proprio specialista di fiducia e invece di pagare il ticket lasceranno un’offerta libera, secondo le possibilità...

Ospedali per tutti, il prima possibile

Uno dei tanti paradossi italiani è che le persone con disabilità sono ancora prevalentemente considerate malate, ma spesso i luoghi preposti alla cura dei malati non sono affatto accessibili

Un servizio come “DAMA”, avviato da molti anni all’Ospedale San Paolo di Milano, ha già prodotto tante positive ricadute nel resto del Paese, contribuendo a rendere più ricettive una serie di strutture, e non solo per chi vive con una grave disabilità.

È certamente un modello da sostenere, per far sì che gli ospedali diventino realmente per tutti, il prima possibile … leggi tutto  (a cura di Antonio Giuseppe Malafarina – superando.it)

Malattie rare, quali ausili e prestazioni garantiti dai nuovi LEA?

Assistenza specialistica ambulatoriale, presidi monouso, prodotti dietetici e nomenclatore tariffario. Ecco tutto ciò che i nuovi LEA prevedono

Il 15 settembre 2017 sono entrati in vigore i nuovi LEA. I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale (SSN) è tenuto a fornire ai cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket).

Vi abbiamo già parlato del funzionamento dell’esenzione da ticket (scarica QUI la nostra Guida alle esenzioni 2017), ma cos’altro è cambiato per i malati rari?
I nuovi LEA hanno aggiornato, infatti, anche altre prestazioni che interessano i pazienti con malattie rare: l’assistenza specialistica ambulatoriale, l’assistenza integrativa (nell’ambito della quale il SSN g...

Dalla Regione oltre 4 milioni di euro per i servizi socio-sanitari nei territori rurali e montani

Montagna. Ambulatori, sportelli sociali, punti Cup, guardia medica: oltre 4 milioni di euro dalla Regione per rafforzare i servizi socio-sanitari nei territori rurali e montani, da Piacenza alla Romagna. Dieci i progetti finanziati

Risiedere in montagna, o in un luogo magari lontano dai principali centri, non deve essere di per sé motivo per creare squilibri tra i territori. Per questo la Regione è impegnata ad ampliare l’offerta di servizi nelle areepiù fragili e a rischio di calo demografico. L’ultimo intervento, in ordine di tempo, è rappresentato da un investimento di oltre 4 milioni di euro del Programma regionale di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020, destinato ad attivare servizi socio-sanitari -sportelli sociali, punti Cup, servizi di continuità assistenziale (ex guardia ...

Lo Spinraza è farmaco, la gioia di Famiglie Sma (video)

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, 27 settembre, la determina dell’Aifa che autorizza la commercializzazione di Spinraza come medicinale per tutte le forme di SMA

L’obiettivo ora è ampliare il numero di centri che possono garantire la somministrazione della terapia: oggi sono solo cinque. La campagna sms solidale con Checco Zalone punta proprio a questo obiettivo … leggi tutto  (di

 

 

Staminali ‘spengono’ la sclerosi multipla

E’ una proteina-farmaco liberata dalle staminali del cervello l”ingrediente segreto’ che fa di queste cellule neurali una promessa contro la sclerosi multipla

Si chiama TGF-β2 e a svelarne l’azione è il team dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano guidato da Gianvito Martino, direttore scientifico dell’Istituto e a capo dell’Unità di Neuroimmunologia, in uno studio pubblicato sul ‘The Journal of Clinical Investigation’.

Alla fine del maggio scorso i ricercatori di via Olgettina hanno avviato il primo trial clinico al mondo per il trattamento della sclerosi multipla progressiva con infusione di cellule staminali del cervello: la cosiddetta terapia Stems … leggi tutto  (adnkronos)

Sanità, niente ticket per 132 nuove malattie rare

Entra in vigore in Emilia-Romagna il nuovo elenco previsto dai livelli essenziali di assistenza. La Regione tra le prime in Italia a individuare i Centri ospedalieri per la diagnosi e la presa in carico dei pazienti

Entra in vigore in Emilia-Romagna il nuovo elenco di 132 malattie rare – che si sommano alle precedenti 331 – per le quali si ha diritto all’esenzione dal pagamento del ticket, quindi a visite ed esami a totale carico del Servizio sanitario regionale.

La Regione, tra le prime in Italia, ha infatti individuato, con una propria delibera di Giunta, i Centri ospedalieri per la diagnosi e la presa in carico delle nuove patologie inserite dal Governo nei nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea)...

Cnr: Malattie genetiche, la speranza di cura in un enzima

Lo studio condotto su piante di ‘Arabidopsis thaliana’

Descritto per la prima volta l’enzima che controlla il ripiegamento delle glicoproteine alterate in alcune patologie genetiche come fibrosi cistica o morbo di Gaucher. Lo studio, condotto su piante di ‘Arabidopsis thaliana’, e’ frutto della collaborazione tra gli istituti di Scienze delle produzioni alimentari e di Cristallografia del Cnr, il consiglio nazionale delle Ricerche e l’universita’ di Oxford.
La scelta delle piante utilizzate nella ricerca non e’ casuale, infatti l”Arabidopsis thaliana’ e’ un modello di riferimento per lo studio di processi biologici conservati anche nell’uomo...

Sanità: Toscana,’Buona cura’ per anziani

Formazione per 500 operatori di 10 Rsa

Un’assistenza migliore e sempre più adeguata ai bisogni crescenti determinati dall’invecchiamento della popolazione, la creazione di una nuova cultura dell’assistenza. E’ questo il senso del progetto “Persona – La buona cura”, avviato nel 2015, e che prosegue ora con interventi formativi destinati a circa 500 operatori di 10 Rsa (Residenze sanitarie assistenziali) della Toscana.

La prosecuzione del progetto, finanziata con 40.000 euro, è stata approvata dalla giunta nel corso della sua ultima seduta, con una delibera proposta dall’assessore al welfare e al diritto alla salute Stefania Saccardi … leggi tutto  (ansa)