Categoria Riabilitazione e scuola

L’autismo tra giudizi e pregiudizi

«L’esigenza di superare l’equazione “autismo = disabilità invisibile” – scrive Gianfranco Vitale – è tanto più comprensibile, tenendo conto che l’autismo è spesso segnato da eventi dolorosi, che non si possono derubricare a meri fatti di cronaca»

E chiede: «Un autistico che vaga senza meta e senza identità è uguale a un autistico che porta con sé un braccialetto che funge da sistema di geolocalizzazione e che in una sacca o sulla placchetta intorno al collo reca informazioni atte a facilitare il riconoscimento della sua condizione e dati che permettono di risalire facilmente ai suoi cari?» … leggi tutto  (di Gianfranco Vitale – superando.it)

Scuola, il rapporto tra docenti di sostegno e alunni disabili premia il Sud

Aumentano alunni disabili e insegnanti di sostegno, ma il rapporto tra gli uni e gli altri è molto diverso da regione a regione

In Liguria un docente di sostegno ogni 2,61 alunni, in Calabria ogni 1,27. Sfondato il tetto dei 100 mila posti stabili di sostegno. L’analisi di Tuttoscuola delle anticipazioni del Miur sulla scuola statale

In Calabria, gli insegnanti di sostegno sono il doppio che in Liguria: non in termini assoluti, ma relativamente al numero di alunni con disabilità. E’ quanto evidenzia “Tuttoscuola”, che analizzando ed elaborando le “Anticipazione sui principali dati della scuola statale”, parla addirittura di “due Italie” della disabilità. In attesa di pubblicare, domani, il dossier integrale, la rivista specializzata anticipa alcuni dati.

Da un lato, aument...

Autismo, Associazione Genitori: “Approccio evolutivo dà più risultati”

Non ho mai sentito i professionisti che seguono l’approccio evolutivo tacciare di cialtroneria gli altri

Da genitore di un ragazzo che rientra nella sindrome autistica posso solo fare un appello a non cadere negli insulti, a non ‘infettare’ il mondo della ricerca con il linguaggio offensivo che ormai dilaga nella politica e sulla Rete.

Ho avuto modo di conoscere sia il metodo Aba che quello evolutivo, e devo dire che per mio figlio l’approccio dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) all’autismo ha prodotto grandi risultati sul piano della comunicazione e della esternazione delle sue paure e delle sua ansie” … leggi tutto  (dire)

Autismo, Associazione Genitori: “Approccio evolutivo dà più risultati”

 “Non ho mai sentito i professionisti che seguono l’approccio evolutivo tacciare di cialtroneria gli altri

Da genitore di un ragazzo che rientra nella sindrome autistica posso solo fare un appello a non cadere negli insulti, a non ‘infettare’ il mondo della ricerca con il linguaggio offensivo che ormai dilaga nella politica e sulla Rete.

Ho avuto modo di conoscere sia il metodo Aba che quello evolutivo, e devo dire che per mio figlio l’approccio dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) all’autismo ha prodotto grandi risultati sul piano della comunicazione e della esternazione delle sue paure e delle sua ansie”...

La sola continuità sempre garantita è quella della burocrazia

«La Legge sulla “Buona Scuola” – scrive Flavio Fogarolo – aveva tra i suoi obiettivi nientemeno che “la revisione dei criteri di inserimento nei ruoli per il sostegno didattico, al fine di garantire la continuità del diritto allo studio degli alunni con disabilità”

Nulla di tutto questo, però, si trova nel relativo Decreto Legislativo sull’inclusione, approvato quattro mesi fa, e anche quella parte di esso che avrebbe potuto portare a una maggiore continuità rispetto agli insegnanti precari, è tuttora bloccata dalla mancata emanazione del necessario Decreto Ministeriale» … leggi tutto  (di Flavio Fogarolo – superando.it)

Inizio anno scolastico: è emergenza sostegno in tutta Italia!

Migliaia di posti di sostegno sono ancora da assegnare, ma i docenti non si trovano

In questi giorni si stanno aprendo i cancelli delle scuole italiane di ogni ordine e grado e, purtroppo, si stanno ripresentando i problemi di sempre. In particolare permane grave la carenza di docenti di sostegno e in molte province non è stato nemmeno possibile procedere alle nomine annuali per esaurimento delle graduatorie dei docenti specializzati.

A ciò si aggiunge l’aumento delle richieste di sostegno e di posti in deroga, che rende la situazione ancora più difficile. Sono ancora da assegnare migliaia di incarichi, che andranno in gran parte, ancora una volta, a docenti privi di specializzazione … leggi tutto  (Tina Naccarato – disabili.com)

Chi pensa ai disabili?

All’inizio dell’anno scolastico le difficoltà maggiori le vivranno gli studenti con disabilità

Nonostante le buone intenzioni, espresse a parole dalla Ministra della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli e i diversi impegni assunti pubblicamente, soprattutto nei confronti degli studenti con disabilità, si preannuncia una ripresa delle attività scolastiche con le ormai solite difficoltà.

L’aver inserito nell’organico dell’autonomia il ruolo dei docenti di sostegno avrebbe dovuto ridurre la girandola di docenti che crea sempre disagio, specie agli alunni con difficoltà di apprendimento e di adattamento … leggi tutto  ( – la tecnica della scuola)

La campanella suona per quasi 8 milioni di studenti: oltre 234 mila con disabilità

Lo scorso anno gli alunni disabili erano 224.509: quest’anno sono 10 mila in più

Anticipazioni del Miur sui principali dati della scuola statale: il numero più alto di alunni disabili è in Lombardia (37.493), ma l’incidenza maggiore è nel Lazio e in Sicilia. In aumento anche i docenti di sostegno: da 124.572 a 138.849, di cui 38.769 in deroga

Sono quasi 8 milioni gli studenti che, in questi giorni, in tutta Italia stanno accorrendo al suono della campanella: precisamente, 7.757.849, divisi in 370.697 classi. Di questi, 234.658 hanno una disabilità. Sono alcuni dei dati diffusi oggi dal ministero dell’Istruzione (fonte: MIUR -Ufficio Statistica e Studi), nel focus “Anticipazione sui principali dati della scuola statale” … leggi tutto  (superabile.it)

Autismo, Ido non ci sta: “Ci insultano per i nostri risultati, ma così offendono anche i genitori”

‘Dal dileggio, la battuta, la ripetizione a sproposito di frasi usate come slogan etc., ora si è passati all’insulto e a mettere in discussione 45 anni di professionalità e la credibilità degli oltre 120 colleghi dell’IdO e degli altri, ormai centinaia, che ci seguono e operano in Italia

È ora di dire basta’. Così nella lettera pubblicata oggi sui maggiori quotidiani nazionali firmata da Federico Bianchi di Castelbianco direttore dell’Istituto di Ortofonologia di Roma leggi tutto  (dire)

Qui il video

Vademecum per le scuole, prodotto in Calabria, utile per tutti

Assistenza specialistica, trasporto a scuola, assistenza di base: la Regione Calabria, su sollecitazione della FISH Regionale (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap),

ha prodotto una serie di utili risposte, sintetizzate dalla stessa FISH in un vademecum utile anche al di là del proprio stesso territorio. La “palla” passa dunque agli Enti Locali e alle Scuole, che dispongono ora di tutte le indicazioni necessarie, per garantire al meglio l’inclusione degli alunni con disabilità, sin dal primo giorno di lezione … leggi tutto  (s.b. – superando.it)

Inclusione disabili. Nils Muiznieks: “Italia esempio da seguire”

Nils Muiznieks, commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, promuove l’Italia per quanto riguarda l’integrazione e l’inclusione nelle scuole dei bambini disabili e dei figli di migranti

Per i Rom invece c’è molto da fare … leggi tutto  (orizzonte scuola)

Diverse Strategie di Apprendimento, i DSA cambiano focus

Dal 2 all’8 ottobre 2017 si terrà la Settimana Nazionale della Dislessia, un’occasione per aiutare le famiglie ed i ragazzi con DSA grazie a numerose attività in tutta Italia

I disturbi specifici dell’apprendimento sono un argomento relativamente recente: fino a pochi decenni fa infatti i ragazzi con difficoltà di lettura venivano additati come svogliati e disinteressati.

Oggi fortunatamente c’è maggiore conoscenza di questo argomento e gli insegnanti diventano, pian piano, sempre più abili a riconoscere in fretta le difficoltà degli alunni nel tentativo di agevolarli nello studio attraverso mezzi adeguati alle difficoltà che presentano … leggi tutto  (Chiara Bullo – disabili.com)

Modifiche del Piano Educativo Individualizzato (PEI)

Con l’approvazione del Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 66, il Piano Educativo Individualizzato (PEI) diventa parte integrante del progetto individuale di cui all’articolo 14 della Legge 8 novembre 2000 n. 328

A partire dal 1 settembre 2019, la redazione del PEI degli alunni con disabilità subirà delle modifiche parziali rispetto alla normativa attuale, sarà elaborato e approvato dai docenti contitolari o dal consiglio di classe, con la partecipazione dei genitori o delle persone che ne esercitano la responsabilità, delle figure professionali specifiche interne ed esterne all’istituzione scolastica che interagiscono con la classe e con l’alunno con disabilità e con il supporto dell’Unità di valutazione multidisciplinare … leggi tutto  (di Antonello Giovarruscio – superabile.it)