Categoria Rassegna stampa

Una classe inclusiva? Le 5 regole da rispettare secondo Save the children

Rispettosa, bambino-centrica, salutare, protettiva e famigliare: deve essere così una classe in cui viene garantita a tutti i bambini la piena fruizione del diritto all’educazione e il rispetto del diritto di non-discriminazione

Rispettosa, bambino-centrica, salutare, protettiva e famigliare: deve essere così una classe inclusiva. Lo spiega Save the children. “Fare educazione inclusiva significa fare comunità – sottolinea l’organizzazione -.

Inclusivo è un ambiente dove le diversità, di tipo fisico, socioeconomico, etnico e di genere vengono valorizzate così da dare a tutti pari possibilità di crescita in un sistema equo e coeso in grado di prendersi cura di tutti i cittadini, assicurandone la loro dignità, il rispetto delle differenze e le pari opportunità” … leggi tutto ...

Lavoratrici con invalidità: e le chiamano tutele!

«Anche le donne con disabilità – scrive Adriana Puccio – sono spesso oggetto di mobbing nel lavoro, e le stesse “tutele” garantite dalla Legge Quadro 104/92 vengono ben poco tenute in considerazione, ad esempio nel Contratto della Scuola

Accade ad esempio per l’assegnazione delle cattedre o per l’anticipo sull’età pensionabile, quando l’invalidità è inferiore al 74 per cento» … leggi tutto  (di Adriana Puccio – superando.it)

Una bella batosta, inutile negarlo, ma dobbiamo imparare a sorridere

Oggi pubblichiamo la storia di Francesco, la storia di una diagnosi di sclerosi multipla molto recente che ha messo in discussione i suoi sogni e le sue aspettative sul futuro, ma non solo. Dopo una batosta del genere infatti ripensi anche al tuo passato, quando cose superficiali e inutili spesso hanno invece grande importanza: “Ma come ho vissuto finora?”.

Ciao sono Francesco, ho avuto la diagnosi di sclerosi multipla proprio ieri.

Una bella batosta, inutile negarlo.

Tanti i sogni per il futuro. Volevo intraprendere la carriera militare, ma purtroppo dovrò farmi da parte...

Spina Bifida – Quello che è utile sapere (video)

Spina bifida è il termine usato per definire un difetto genetico della colonna vertebrale (rachide), dovuto dalla mancata saldatura degli archi vertebrali

La spina bifida è probabilmente la più comune malformazione del sistema nervoso periferico, che nel nostro Paese colpisce circa 5 bambini ogni 10.000 nati … leggi tutto  (abilitychannel.tv)

“Tommy e gli altri”, a febbraio parte il tour nelle scuole

Il calendario delle prime 20 tappe delle proiezioni gratuite per le scuole, in collaborazione con il Miur, del film sull’autismo realizzato da Gianluca Nicoletti. Iscrizioni aperte per le scuole

Si parte da Firenze, il 9 febbraio. E poi L’Aquila, Palermo, Udine, Prato, Reggio Calabria, Novara… La ventesima tappa sarà a Milano il 16 marzo. Sono queste le prime 20 date e le prime 20 città che ospiteranno la proiezione per le scuole di “Tommy e gli altri”, il film sull’autismo realizzato da Gianluca Nicoletti. In ogni tappa è prevista un’attività di formazione sulla neurodiversità e sui problemi relativi agli atti bullismo verso ragazzi dai “cervelli ribelli”, con esperti dell’Angsa che incontreranno i ragazzi … leggi tutto

Italiani scontenti del Servizio sanitario, più di uno su quattro rinuncia alle cure

Gli italiani sono sempre più scontenti del Servizio sanitario nazionale. E l’insoddisfazione per il Ssn cresce dal 21,3% (rilevato nel 2015) al 32,2% nel 2017, percentuale che sale al 51,3% nel Mezzogiorno

Ad aumentare, in particolare, quella nei confronti degli ospedali: in un solo anno si è passati dal 22,7% al 30,2% (50,6% al sud).

I dati emergono dal 15esimo Rapporto annuale ‘Ospedali & Salute/2017’, promosso all’Associazione italiana ospedalità privata (Aiop) e realizzato dalla società Ermeneia-Studi & Strategie di Sistema di Roma, presentato oggi al Senato.

Il peggioramento del trattamento dei pazienti, soprattutto nelle strutture ospedaliere pubbliche, viene percepito in crescita, con riferimento agli ultimi 2 anni, passando dal 15,2% del 2015 al 18% del 2017 … leggi tut...

Inclusione scolastica. Rapporti tra scuola e famiglie sempre più difficili: cosa fare? La parola alle mamme

Molte volte genitori e docenti lamentano tensioni ed incomprensioni. A cosa sono dovute? Cosa si può fare per creare rapporti costruttivi e di fiducia?

I rapporti tra scuola e famiglie sono ormai molto spesso al centro di episodi spiacevoli che vedono contrasti anche importanti e non sempre di facile soluzione. La cronaca, purtroppo, a volte ci racconta anche episodi molto gravi, di atteggiamenti aggressivi e a volte anche violenti, di docenti verso gli alunni e di genitori e alunni verso i docenti.

Più spesso, però, sono molte le tensioni, anche quotidiane, dovute a tante incomprensioni riguardanti la vita scolastica e la sua gestione … leggi tutto  (Tina Naccarato – disabili.com)

Heleine ha diritto alla pensione di invalidità, ma da mesi attende un documento di identità

La donna, 64 anni e originaria della Costa d’Avorio, vive da oltre 30 anni a Palermo. Pur avendo visto il suo diritto riconosciuto dalla commissione di invalidità di Asp ed Inps, per percepire il sussidio deve attendere la visita fiscale del vigili nella sua casa a Ballarò e il conseguente rilascio della carta di identità

Non riesce a camminare bene e a muovere gli arti a causa di una severa spondilodiscite cervicale che le ha compromesso anche la mobilità della schiena. Per questo le hanno riconosciuto una invalidità del 75%.

E’ il caso di Heleine, 64 anni, originaria della Costa d’Avorio che vive da oltre 30 anni a Palermo...

Disabilità invisibile in campagna elettorale: un appello alle forze politiche

«In tutti gli àmbiti riguardanti le politiche sulla disabilità – dichiarano dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) –

vi sono da parte nostra proposte sostenibili, riflessioni articolate, volontà di partecipare, ma se prevalgono la disattenzione e il silenzio, come appare da queste prime fasi di campagna elettorale, un reale cambiamento continua ad appartenere al mondo dei sogni. Per non dare comunque adito ad alibi di sorta, abbiamo deciso di pubblicare un nostro appello a tutte le forze politiche per un impegno concreto sulla disabilità» … leggi tutto  (s.b. – superando.it)

Super occhiali per scoprire l’Alzheimer

La diagnosi precoce dell’Alzheimer fatta con occhiali avveniristici o con il semplice smartphone

Dalle prossime settimane l’ospedale Molinette della Città della salute di Torino per la prima volta sarà capofila del Progetto internazionale My-Aha. In Italia si calcola che siano colpiti circa 1,3 milioni di persone, la patologia cresce con l’età e il Piemonte è tra le prime 5 Regioni italiane con il maggior numero di over 65 (il 24,5% della popolazione): su 1.000 persone sopra i 65 anni, 33 sono colpite da una forma di demenza.

Ed è ormai chiaro che è necessario intervenire molto precocemente, ben prima che compaiano i sintomi della malattia … leggi tutto  (adnkronos)

Calcio. È il capitano della nazionale amputati: «È solo una gamba in meno» (video)

La storia del tenace e coraggioso Francesco Messori, 19 anni: «Sono felice così. Se Dio mi avesse dato tutto, non avrei realizzato il mio sogno»

Un bel po’ di Francesco è nella frase sul suo profilo Whatsapp: «Grazie a Dio sono nato così» … leggi tutto  (Pino Ciociola – avvenire.it)

Amore, lealtà e pipì ovunque

Un amore più forte di una diagnosi, un matrimonio che va oltre la sclerosi multipla e che riesce a superare gli ostacoli e i disagi fisici dovuti dalla malattia. La storia di Teresa, di suo marito e del loro amore genuino che scalda il cuore.

All’età di 12 anni ho iniziato ad avere problemi urinari: avvertivo la sensazione di dover fare pipì, ma SUBITO.

A scuola cercavo di resistere il più possibile, ma alla richiesta di andare in bagno mi veniva risposto “finisco la spiegazione” leggi tutto   (giovanioltrelasm.it)

Storia della disabilità (video)

La Storia della Disabilità e le parole di Lucio Seneca

“Soffochiamo i nati mostruosi, anche se fossero nostri figli.  Se sono venuti al mondo deformi o minorati dovremo annegarli. Ma non per cattiveria.  Ma perché è ragionevole separare esseri umani sani da quelli inutili…”  Così scriveva Lucio Seneca, filosofo. Questo era il “ragionevole “modo di comportarsi degli antichi greci e dei romani. Anche Platone prefigura la necessità di una selezione preventiva tra genitori in modo che i figli nati dalla loro unione siano sani e coraggiosi … leggi tutto  (abilitychannel.tv)

Premio Majori, la terza edizione sostiene i giovani medici

L’Associazione italiana Sclerosi laterale amiotrofica finanzia con 13.500 euro la formazione di tre giovani medici che si specializzano sulla Sla e le malattie neuromuscolari che seguiranno il master dell’Università degli Studi di Milano che si terrà al Centro Clinico NeMO di Milano

Un contributo di 13.500 euro a disposizione di tre giovani medici sotto i 27 anni che intendono specializzarsi nella ricerca e nella cura delle malattie neuromuscolari, come la Sla è quanto ha deciso di destinare Aisla – Associazione italiana Sclerosi laterale amiotrofica attraverso la terza edizione del “Premio Majori”, intitolato alla memoria di Felice Majori, cremonese, volontario e consigliere nazionale di Aisla, scomparso nel 2014.

Nelle due edizioni precedenti del 2016 e 2015 il premio avev...

Il dono di Francesco, ‘poeta’ malato di Sla

Alla durezza della malattia ha risposto, colpo su colpo, con la dolcezza delle rime. Mentre la Sla si prendeva pian piano un pezzetto in più della sua vita, le parole hanno cominciato ad affollare la sua mente

Francesco da Patti (Messina), 46 anni, le ha ‘organizzate’ in poesie, in siciliano e in italiano, prima lasciando correre le sue dita sulla tastiera di un computer, poi dettandole. E infine puntando gli occhi su un foglio di plastica trasparente, l’Etran, ausilio pensato per chi può fare affidamento solo a un battito di ciglia per restare ancorato al mondo.

Con uno sguardo a una lettera e poi a un’altra le sue parole si sono trasformate in versi, le sue poesie in raccolte, la sua vena poetica in un gesto di solidarietà, un dono per i pazienti e i loro familiari: una terrazza dove ...