Categoria Sport e disabilità

TRI Sail4All: il giro d’Italia in barca a vela del “timoniere sbandato” (video)

Marco Rossato parte il 22 aprile dall’Arsenale di Venezia per la sua impresa in solitaria: circumnavigare tutta la penisola a bordo di un trimarano. Per diffondere i diritti delle persone con disabilità e ottenere una patente nautica uguale per tutti

È nato tra le montane vicentine ma la sua vera vocazione l’ha scoperta su una barca a vela: «La prima volta che ci sono salito ho meravigliato tutti: sembrava fossi nato per stare in mare», dice. Marco Rossato, classe 1974 e velista dal 1998, dopo un incidente in motocicletta nel 2001 è diventato paraplegico, ma questo non gli ha impedito di realizzare i suoi sogni … leggi tutto  (marina moioli – vita.it)

 

“E’ il contesto che fa la disabilità”: parola di un climber cieco

A Casalecchio di Reno l’incontro tra Fabrizio Celentano, atleta paralimpico, e gli studenti dell’Istituto Fantini di Vergato, che partecipano a un ciclo di allenamenti di arrampicata sportiva, nell’ambito del progetto di inclusione sociale attraverso lo sport promosso da Sportfund

Arrampicare senza poter vedere: un’esperienza da raccontare, sopratutto ai più giovani, per insegnare che lo sport non ha confini. E l’inclusione neanche. E’ questo il senso del progetto portato avanti da Sportfund, che ha organizzato una serie di incontri tra atleti paralimpici e studenti, accompagnati in una vera e propria arrampicata sportiva. E’ accaduto, nei giorni scorsi, a Casalecchio di Reno (Bo), presso la palestra Gimi … leggi tutto  (redattore sociale)

Alzheimer e sport: la storia di Sion Jair, che ogni giorno scala la stessa montagna

La vicenda singolare di un appassionato di trekking, che mostra come un esercizio regolare e intenso sia benefico per chi ha la malattia

Ha 68 anni, si chiama Sion Jair e nella sua vita ha scalato più di 5000 volte l’Old Man of Coniston, una delle montagne più alte d’Inghilterra, nella contea di Cumbria. E continua a camminare anche oggi, dopo aver scoperto di soffrire di Alzheimer. Una storia straordinaria portata alla luce dal Guardian.

CAMMINARE PER SOPRAVVIVERE
È passato mezzo secolo da quando Sion Jair arrivò per la prima volta nel Lake District, nel 1968, per scalare l’Old Man of Coniston. Non si è più fermato: a volte lo fa addirittura due volte al giorno; in inverno si arrampica con i ramponi. Per molti anni ha tenuto corsi di trekking e ha salvato decine di escursionisti che...

“Progetto Vela” per persone normodotate e disabili

Un progetto per diffondere la pratica sportiva dei disabili attraverso la pratica della vela, sperimentando nuove metodologie

Sesto Calende – Il progetto pone come obiettivo generale la diffusione della pratica sportiva dei disabili attraverso sperimentazioni metodologiche e sportive totalmente innovative. In tal senso il progetto mira all’avvicinamento dei disabili allo sport attraverso la pratica della vela in un territorio circoscritto al Lago Maggiore e sperimentando metodologie di contaminazione tra normodotati e disabili leggi tutto  (sempionenews.it)

Torna la Maratona Alzheimer: saranno coinvolti oltre 500 volontari

Per realizzare un evento così complesso sono coinvolti oltre 500 volontari tramite quaranta società sportive e realtà associative del territorio, in una rete organizzativa che rivela lo sforzo eccezionale messo in campo per rendere unica la manifestazione

Si disputerà il 16 settembre la Maratona Alzheimer, la manifestazione ideata dall’associazione “Amici di Casa Insieme” e giunta alla settima edizione. Il percorso di 42,195 chilometri parte da Mercato Saraceno, attraversa Roncofreddo, Sogliano al Rubicone e Cesena, per concludersi a Cesenatico. Accanto alla Maratona classica è possibile iscriversi alla gara di 30 chilometri con partenza da Borello o alla 21 chilometri, con partenza da Cesena.

Sono previsti anche diversi percorsi da svolgere in camminata, la più frequentata la 16 chil...

Sport, due atleti disabili tra i finalisti del Premio Pegaso

Il nuotatore Axel Belig e il campione di fioretto Matteo Betti figurano tra i dodici finalisti del premio istituito dalla Regione Toscana

Ci sono anche due atleti disabili tra i dodici finalisti del premio Pegaso per lo sport istituto dalla Regione Toscana con l’intento di celebrare i migliori atleti e squadre che nella precedente stagione agonistica hanno ottenuto risultati prestigiosi dentro e fuori i confini nazionali e che si sono segnalati per etica sportiva e fair play.

Oggi c’è stata la presentazione della lista dei 12 finalisti che presto sarà ridotta a 3 e dalla quale sarà scelto lo sportivo toscano dell’anno che il prossimo 5 aprile riceverà il premio al Teatro della Compagnia a Firenze, nel corso di una cerimonia che si aprirà alle ore 16 … leggi tutto  (redattore soci...

Paraciclismo, da giovedì 22 Mondiali su pista a Rio con Anobile, Masini e Tarlao

Al Velodromo Olimpico di Rio, da giovedì 22 a domenica 25 marzo si disputano i Mondiali di paraciclismo su pista. Il ct della Nazionale Mario Valentini ha convocato gli azzurri Andrea Tarlao, Fabio Anobile (nella foto) e Giancarlo Masini

Iscritti 260 corridori – al via tutti i migliori specialisti – di 30 Nazioni. Australiani, inglesi, statunitensi e cinesi favoriti nelle specialità della pista paralimpica che sono l’inseguimento individuale dal km (o 500 m.) da fermo, dalla velocità a squadre, dallo scratch e dalla velocità per i tandem (per i quali è previsto anche l’inseguimento individuale) … leggi tutto  (ognisportoltre.it)

Ecco come osa Jacopo Luchini dopo aver sfiorato il podio nello snow alle Paralimpiadi (video)

Chi arriva quarto. Ecco da dove parte l’osare. Ecco da dove nasce la voglia di far meglio, di salire su quel podio davvero e non solo di sfiorarlo leggi tutto  (ognisportoltre.it)

Disabilità e sport per tutti: ricordiamoci che “non ci sono solo i campioni”

Da Lila un appello ad estendere il messaggio di incoraggiamento anche a chi non arriverà mai alle Paralimpiadi, perché le difficoltà di chi vuole fare sport con disabilità sono ancora troppe

In questi giorni lo spettacolo delle Paralimpiadi ci mostra le prodezze sportive di atleti di altissimo livello, per i quali coronare questo sogno significa riuscire ad emergere (e avere anche gli strumenti per farlo). A questo proposito, qualche settimana fa vi avevamo raccontato del progetto di Alex Zanardi per scovare e sopportare giovani promesse dello sport disabili, allo scopo di riuscire a portarle alle prossime Paralimpiadi di Tokyo 2020 … leggi tutto  (disabili.com)

PyeongChang, festa finale: “Vi siete spinti oltre le possibilità umane”

Fuochi d’artificio alla cerimonia di chiusura di PyeongChang 2018, spenta la fiamma paralimpica. Un’edizione da record: la più seguita, la più partecipata e la più vista dell’intera storia delle Paralimpiadi invernali

Il presidente Ipc Parsons loda gli atleti: “Avete dimostrato che con una mente solida e un cuore ancora più forte si possono ottenere risultati incredibili”

Dopo dieci giorni di sport, si è spenta la fiamma paralimpica di PyeongChang 2018: con la cerimonia di chiusura nello Stadio Olimpico della città coreana è calato il sipario sulla dodicesima edizione dei Giochi paralimpici invernali. Un’edizione da record, la più seguita, la più partecipata e la più vista dell’intera storia delle Paralimpiadi invernali...

Run For Parkinson’s 2018 a Bologna

Torna per il nono anno consecutivo l’iniziativa che, attraverso la corsa, promuove la sensibilizzazione sulla malattia di Parkinson in tutto il mondo

Un unico evento, dieci nazioni coinvolte, decine di città partecipanti in Italia e nel mondo, 40.000 iscritti e circa 500.000 km percorsi in tutto il mondo nell’ultima edizione: questi sono i numeri di “Run For Parkinson’s”, la manifestazione podistica internazionale di beneficenza giunta alla nona edizione … leggi tutto  (Edoardo Leotta – renonews.it)

Dall’Olanda per sciare liberi L’Alpe cimbra paradiso dei disabili

Il gruppo è bello imponente, 110 persone, olandesi dell’associazione Ski Uniek, sci per chi ha disabilità, che nel dopo sci si fanno sentire, per l’allegria e la felicità che esprimono. Un turismo che ha trovato nelle strutture e nelle persone dell’Alpe Cimbra il luogo per crescere e consolidarsi

«L’associazione – dice Matthis uno dei coordinatori – promuove lo sci per le persone con disabilità. Ci proponiamo di far sciare questi ragazzi e ragazze, in modo indipendente … leggi tutto  (ladige.it)

Paralimpiadi, Usa troppo forti: l’Italia dell’hockey a caccia del bronzo

Senza storia la semifinale contro gli Stati Uniti, che vincono 10-1: gli azzurri sono però la prima squadra del torneo capaci di segnare un gol agli statunitensi. Sabato sarà contro la Corea del Sud la finale per il terzo posto: il match più importante della storia per l’Italia del para ice hockey

Giocheranno per il bronzo gli azzurri del para ice hockey, e sarà una partita storica per l’Italia, che per la prima volta nella sua storia potrà lottare per giungere ad una medaglia paralimpica che sarebbe epocale. Oggi, al Gangneung Stadium, gli azzurri sono stati sconfitti 10-1 dagli Stati Uniti nella semifinale dei Giochi Paralimpici Invernali di PyeongChang 2018...

Il 2017 solidale di “Disabili no limit”. Aiuti record agli atleti speciali

Il 2017 si è chiuso più che positivamente per la «Disabili No Limits», la onlus presieduta da Giusy Versace è stata protagonista di moltissimi eventi sul territorio nazionale che hanno contribuito a un’importante raccolta fondi

L’organismo si pone l’obiettivo di restituire alle persone con disabilità una vita più autonoma donando ausili sportivi a oggi non previsti dal sistema sanitario nazionale.

Il primo evento a favore della onlus è stata la Stramilano dove il Gruppo Mediobanca ha creato un team di oltre 100 dipendenti che hanno prestato gambe e cuore per una giusta causa, raccogliendo circa 10mila euro … leggi tutto  (il giornale)

Nils Larch – Ice sledge Hockey (video)

Mi chiamo Nils Larch e il mio motto è You can do it (si può fare), anche se sono in carrozzina penso che quasi tutto si può fare

Ho iniziato a giocare a hockey grazie ai miei genitori e a mio fratello che hanno sempre giocato a hockey e quindi da piccolo andavo sempre negli stadi del ghiaccio, ho visto questo sport, l’ho provato e mi è subito piaciuto … leggi tutto  (abilitychannel.tv)

PyeongChang, record di biglietti venduti per una Paralimpiade invernale

Con oltre 320 mila tagliandi staccati, quella sudcoreana diventa l’edizione dei Giochi paralimpici invernali più seguita dal vivo: una conferma della progressione di visibilità e interesse del movimento paralimpico. Da Torino 2006 gli spettatori sono raddoppiati

Record assoluto di biglietti venduti ad una Paralimpiade invernale per l’edizione di PyeongChang 2018: quando mancano ancora cinque giorni di eventi, sono stati staccati 320.531 tagliandi, un numero superiore a quelli che erano stati venduti quattro anni fa per i Giochi paralimpici di Sochi 2014. Anche i 316.200 biglietti di Sochi 2014 avevano rappresentato il miglior risultato di sempre nella storia paralimpica, a testimonianza di una progressione continua che edizione dopo edizione catalizza interesse ed entusiasmo.

Il live...