Categoria Welfare

Volontariato, Bobba: “Una carta d’identità comune per crescere”

Ho girato in lungo e in largo l’Italia del volontariato. E ogni volta ho scoperto persone, realtà, approcci, modalità che per me erano del tutto sorprendenti

Quello dei volontari italiani è un mondo sempre sorprendente nella sua capacità di inventare risposte di fronte a problemi e bisogni che altrimenti non avrebbero avuto un nome, un volto e nemmeno una risposta’. Luigi Bobba, Sottosegretario dal 2014, è il padre della Riforma del Terzo Settore, che ha visto il suo ultimo atto con il nuovo Codice del Terzo Settore. Il mondo delle Associazioni e dei volontari, quindi, è in continuo cambiamento ed è destinato a rinnovarsi ancora nei prossimi anni.

Per capire dove siamo e dove stiamo andando, in questo mese che AISM dedica al volontariato, l’Associazione italiana Sclerosi multipl...

Agenda sociale

agenda

Settembre

Il Welfare e i perdenti della globalizzazione – X Conferenza ESPAnet Italia Evento 20 settembre 2017 Luogo: Campus di Forlì, Viale Filippo Corridoni, 20 Organizzatore: ESPAnet Italia e Università di Bologna Comune: Forlì

Il Family Impact Lens: un approccio focalizzato sulla famiglia per le politiche e gli interventi – Seminario Evento 21 settembre 2017 Luogo: Università Cattolica, Via Nirone 15 Organizzatore: Università Cattolica e CISF Comune: Milano

Povertà sanitaria e accesso ai farmaci in una società multietnica – Convegno Evento 21 settembre 2017 Luogo: Aula Magna, Dip. di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale, via Vanvitelli, 32 Organizzatore: Università degli studi di Milano e Banco Farmaceutico Comune: Milano

“Come gira questo Welfare!” – Convegno Evento...

Non autosufficienza: 500 milioni alle Regioni e 13 a Inps per controlli. OK dalle Regioni, ma con alcune raccomandazioni

Le risorse stanziate dalle varie leggi sono pari a 450 milioni, a cui si aggiungono 13,6 milioni che vanno all’Inps per l’accertamento della permanenza dei requisiti di invalidità civile, cecità, sordità, handicap e disabilità

E altri 50 milioni sono quelli che le Regioni hanno deciso di reintegrare dopo il taglio di febbraio 2017 per il conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica da parte delle Regioni a statuto ordinario.

Il 7 settembre la Conferenza Unificata ha sancito l’intesa sul riparto del fondo per le non autosufficienze relativo al 2017...

Progetto SEED e Silver economy

La fetta di cittadini europei che ha più di 50 anni sta sempre più modellando l’andamento dell’economia, influenzando le decisioni politiche e costituendo un segmento di grande e crescente mercato di consumo. Il termine “Silver economy” comprende tutte le attività economiche che riguardano questa fascia d’età

In quest’ambito, il progetto SEED finanziato dal programma Horizon 2020 mira a celebrare i prodotti e i servizi ICT innovativi in tutti i settori che contribuiscono a migliorare la qualità della vita degli anziani e ad aumentarne la consapelezza.

Leggi nella newsletter del Progetto Mattone  (fonte: retecaad.it)

A Milano uno sportello per il ‘Dopo di noi’

Contributi per 2milioni di euro

Due milioni di euro messi a disposizione dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, a cominciare da quest’anno, e uno sportello comunale che aprirà a fine settembre 2017 in via San Tomaso 2, per orientarsi nell’accesso ai contributi.

Il “Dopo di noi” non è più solo un progetto per il futuro di tante persone, ma una realtà concreta che permetterà a molti genitori, molti dei quali già anziani, di garantire ai propri figli con grave disabilità una vita sicura anche senza di loro, nella maggior autonomia possibile, lontano da istituti e solitudine.

La Giunta comunale di Milano ha approvato le linee di indirizzo per l’attuazione di questi interventi a favore di persone con disabilità grave, prive del sostegno familiare, secondo il programm...

Settembre, il mese giusto per diventare volontari

I numerosi volontari che impiegano gratuitamente il loro tempo per le persone con sclerosi multipla incontrano i cittadini per far conoscere attività, iniziative e progetti di AISM

Secondo un report dell’Associazione dei Centri di Servizio per il Volontariato in Italia ci sono 1,7 milioni di persone che fanno volontariato all’interno delle organizzazioni riconosciute, e che dedicano complessivamente 28,7 milioni di ore di impegno gratuito al mese per svolgere attività di impegno volontario.

In particolare la maggior parte delle associazioni di volontariato svolgono compiti di assistenza sociale o attività legate alla sanità leggi tutto  (Chiara Bullo – disabili.com)

Autismo, esperienze di vita autonoma per progettare il futuro

A “Casa comune” (Milano) due ragazze con la sindrome di Asperger convivono con studentesse universitarie. A “Villa delle Rogge” (Pordenone) lavoro e vita quotidiana con i “colleghi”

Villa delle Rogge è una foresteria a disposizione delle 15 persone che “lavorano” nell’Officina dell’arte della Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone. Una decina di loro si ferma a dormire lì, partecipando al programma “Vivi la città”: dalle 17 alle 9 del mattino successivo, per cinque giorni la settimana, questi giovani vanno a fare la spesa, a passeggiare in centro, si fermano a comprare qualcosa di personale, preparano la cena, sparecchiano, magari vanno al cinema o in un pub prima di andare a dormire. Insomma, abitano con i loro “colleghi”.

E’ una delle diverse esperienze di vita autonoma a cui...

Disabilità. Arte e artigianato: l’atelier dove i ragazzi imparano un mestiere

Realizzano foulard, borse, ventagli, bambole di stoffa e calamite di ceramica. All’Istituto dei ciechi di Palermo 18 giovani con varie disabilità stanno partecipando al progetto “Mi ci vedo work show”. L’obiettivo? Trovare lavoro nelle aziende del settore

Lavorano i tessuti e la ceramica come dei veri e propri artisti, anche se in erba. Sono 18 persone con disabilità diverse – ciechi, ipovedenti, con sindrome di Down e di Williams – coinvolte nel progetto triennale “Mi ci vedo work show”, realizzato dall’Istituto dei ciechi “Florio e Salamone” di Palermo, in convenzione con l’associazione “Un nuovo giorno” e l’azienda del ceramista Nino Parrucca.

I giovani partecipanti dipingono foulard, decorano borse e ventagli, realizzano bambole di stoffa e lavorano le c...

Sanità: Toscana,’Buona cura’ per anziani

Formazione per 500 operatori di 10 Rsa

Un’assistenza migliore e sempre più adeguata ai bisogni crescenti determinati dall’invecchiamento della popolazione, la creazione di una nuova cultura dell’assistenza. E’ questo il senso del progetto “Persona – La buona cura”, avviato nel 2015, e che prosegue ora con interventi formativi destinati a circa 500 operatori di 10 Rsa (Residenze sanitarie assistenziali) della Toscana.

La prosecuzione del progetto, finanziata con 40.000 euro, è stata approvata dalla giunta nel corso della sua ultima seduta, con una delibera proposta dall’assessore al welfare e al diritto alla salute Stefania Saccardi … leggi tutto  (ansa)

Sanità, per Paola Boldrini (Pd) “sbagliato aver reso le Regioni autonome”

La deputata è intervenuta alla Festa de l’Unità di Pontelagoscuro: “Dovremo migliorare in efficienza”

“La riforma costituzionale avrebbe aiutato molto a superare questa situazione per cui ogni regione è assolutamente indipendente dalle altre e dallo Stato”. L’onorevole Paola Boldrini, venuta venerdì sera alla Festa de l’Unità di Pontelagoscuro, è ancora amareggiata dall’esito dell’ultimo referendum costituzionale … leggi tutto  (di Alberto Canevazzi – estense.com)

Così importante ma tanto invisibile, ecco il welfare familiare

Al di là delle stime ufficiali e dell’entusiasmo che ha accompagnato la lettura degli ultimi dati sulla crescita occupazionale, c’è un numero che è rimasto un po’ nell’ombra rispetto alla discussione generale

Il termine tecnico utilizzato per descriverlo è “inattivi”, una categoria che non contempla occupati e disoccupati ma bensì tutte quelle le persone che non rientrano nella forza lavoro (occupati e disoccupati) per il semplice motivo che il lavoro non lo stanno cercando, come le casalinghe e i “neet”. Su 23 milioni di lavoratori operativi, in Italia gli inattivi sono 13 milioni.

Chi sono queste persone? Di certo sappiamo che tra di loro si nascondono buona parte dei circa 3 milioni lavoratori in nero, invisibili sotto il profilo dei diritti e dei doveri...

Un ponte tra Emilia-Romagna e Libano: il welfare della Regione in un progetto delle Nazioni Unite

La vicepresidente Gualmini incontra la delegazione libanese: “La nostra esperienza a disposizione di chi ne ha più bisogno”

L’Emilia-Romagna mette la propria esperienza di welfare a disposizione del Libano, per fornire supporto al ministero delle Politiche sociali ed in particolare ai servizi dei Centri di sviluppo sociale presenti nel Paese mediorientale. Ovvero le strutture, circa 220, che aiutano la popolazione, in particolare anziani, donne, disabili e minori, messi a dura prova dall’emergenza sociale e umanitaria conseguente anche alla guerra siriana. Gli interventi, incentrati principalmente su attività formativa e di consulenza in loco, sono destinati a cinque Centri che offrono assistenza medica, sostegno alle famiglie in condizioni di povertà, programmi psicosociali e didat...

Le donne in pensione come gli uomini. Bonus per accudire parenti disabili

Dal 2018 le donne che lavorano nel settore privato andranno in pensione alla stessa età degli uomini: 66 anni e sette mesi

Esattamente un anno dopo rispetto e oggi, nuovo record in Europa. Nessuna sorpresa perché con la riforma Fornero, l’unificazione tra uomini e donne era già stata decisa, raggiunta due anni fa dai dipendenti della pubblica amministrazione.

I calcoli non sono mai semplici. Il governo ha offerto uno sconto di due anni sui contributi necessari per accedere all’Ape social, l’anticipo pensionistico per le categorie da tutelare che consente di smettere di lavorare tre anni e sette mesi prima del previsto, senza vedersi ridurre l’assegno leggi tutto  (Fabrizio Arnhold – it.finance.yahoo.com)