Categoria Welfare

Assistenza domiciliare, ancora lontani da un supporto vero per le famiglie

Lo dice il rapporto “Fuori dall’ospedale, dentro le mura domestiche. Monitoraggio dei servizi sul territorio” realizzato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato

2 pazienti su 5 non sanno come prevenire lesioni da decubito

C’è ancora molto da fare nel supporto alle famiglie che usufruiscono dell’assistenza domiciliare. Lo dice il rapporto “Fuori dall’ospedale, dentro le mura domestiche. Monitoraggio dei servizi sul territorio” realizzato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato.

Secondo l’indagine l’assistenza domiciliare viene erogata dai distretti monitorati secondo un sistema misto (51%), cioè avvalendosi di cooperative di servizi socio-sanitari e/o società di servizi (76%), associazioni di volontariato (40%), enti religiosi (10%), altro (29%) … le...

La sanità in Canada

Altri paesi possono imparare molto dal Canada. La principale lezione è che un sistema sanitario pubblico troppo focalizzato sull’ospedale e sull’assistenza medica produrrà pochi risultati: anche aumentando in maniera massiccia la spesa non si risolveranno i problemi, a meno che non si introducano le riforme necessarie basate sull’integrazione dei servizi e sulla responsabilizzazione dei medici

In definitiva i medici devono diventare full partner del sistema, direttamente impegnati nel progettarne la direzione e pienamente impegnati nel migliorare l’accessibilità, la qualità e l’efficienza … leggi tutto  (Chiara Milani – saluteinternazionale.info)

Agenda sociale

agenda

ColombaRaduno: incontro nazionale del Corpo di pace della Comunità Papa Giovanni XXIII Evento 22 luglio 2017 Organizzatore: Comunità Papa Giovanni XXIII Comune: Rimini

Riforma del Terzo Settore e approvazione dei decreti legislativi commentati dal Prof. Stefano Zamagni Formazione 26 luglio 2017 Luogo: Via Scipione dal Ferro, 4 – ore 17.30 Organizzatore: Volabo Comune: Bologna

MonitoRare. Rapporto sulla condizione delle persone con malattia rara in Italia – 3° Edizione Evento 27 luglio 2017 Luogo: Sala del Cenacolo, Palazzo Valdina in Vicolo Valdina, 3/a Organizzatore: UNIAMO FIMR Onlus Comune: Roma

XIII Rapporto annuale #TornailCarcere – Presentazione Evento 27 luglio 2017 Luogo: Sala stampa della Camera dei Deputati, via della Missione 4 – ore 11.30 Organizzatore: Associazione Anti...

Mondo Axia – 5 per mille 2017

Le misure a sostegno di natalità, famiglia e occupazione femminile

Abbiamo provato ad individuare i nuovi interventi introdotti per affrontare alcuni dei principali problemi del nostro sistema di welfare

Bassa natalità, bassa occupazione femminile e bassa spesa pubblica destinata alle famiglie (soprattutto se confrontata con altre voci di spesa, come quella per tutela della vecchiaia): sono alcuni dei maggiori problemi del nostro Paese. Nel tentativo di correggere queste tendenze negative negli ultimi mesi sono state introdotte alcune nuove misure destinate in particolar modo a famiglie e donne.

Da un lato, è stata prevista l’erogazione di aiuti monetari volti al sostegno del reddito delle famiglie con figli, che come mostrano gli ultimi dati Istat risultano le più colpite dalla crisi economica. Dall’altro lato sono stati emanati provvedimenti vol...

Ausili ai disabili, oltre seimila interventi svolti nell’ultimo anno dalla rete regionale dei CAAD

Al centro dell’ultima riunione di coordinamento dei Centri per l’Adattamento dell’Ambiente Domestico dell’Emilia-Romagna le ricadute della legge sul “Dopo di noi” e dei nuovi Lea e del relativo decreto circa il Nomenclatore tariffario degli ausili per disabili

Nell’ultimo anno rendicontato sono stati 6260 gli interventi complessivamente svolti dalla rete regionale dei CAAD, rivolti a 2257 persone anziane o disabili e 1725 tra operatori, tecnici, famigliari. I sopralluoghi sono stati 721 e circa 5mila le richieste di informazione evase tramite sportello/mail/telefono.

Per fare il punto sull’attività svolta e sulle ultime novità normative si sono dati appuntamento presso la sede della Regione, per una riunione di coordinamento, tutti i CAAD dell’Emilia-Romagna, Centri per l’adattam...

Disabili: a Palermo un software per migliorare qualità vita

Un software per aiutare le persone disabili a progettare la loro vita

L’iniziativa sarà presentata mercoledì 19 luglio a partire dalle 9.30 a Palermo, a Palazzo dei Normanni. Si tratta dell’evento di lancio interregionale della nuova piattaforma Matrici 2.0 “Matrici ecologiche” rivolto, in questo primo appuntamento, alle regioni Sicilia, Campania, Calabria, Puglia e Sardegna.

Promosso da Anffas (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), questo nuovo strumento è volto alla realizzazione di un corretto ed efficace progetto di vita individuale. Matrici Ecologiche è, ad oggi, l’unico sistema informatico integrato in grado di realizzare un modello in linea con i più avanzati paradigmi scientifici e culturali in materia … leggi tutto  (ansa)

Orari estivi 2017 dei servizi CAAD dell’Emilia Romagna

Durante il periodo estivo alcuni servizi CAAD potrebbero osservare periodi di chiusura e/o riduzioni di orario. Ve ne diamo conto in questa notizia:

Bologna: chiuso dal 7 al 17 agosto compresi
Cesena: dal 1/6 al 30/9 osserverà il seguente orario: Lun 14,00-18,00 e Mar 8,30-12.30 esclusivamente su appuntamento. Il 14/8 chiuso.
La sede di Savignano sarà aperta il 31/8 invece che il 17/8 e il 14/9 invece che il 7/9

Ferrara: nessuna variazione di orario
Forlì: dall’1/7 al 15/7 osserverà il segunte orario: da Lun a Giov dalle 8,30 alle 12,30 (chiuso Mar pomeriggio e Ven mattina) presso il padiglione “Allende” Ospedale Pierantoni. Dal 16/7 al 31/7 chiuso (rivolgersi agli Sportelli sociali: 0543/712888)
Modena
Parma
Piacenza: nessuna variazione di orario
Ravenna
Reggio Emili...

“Dopo di noi”: oltre 11 milioni per i disabili gravi privi del sostegno familiare

L’assessore per il diritto alla salute Saccardi: “Flessibilità per dare riposte diverse su territorio”. A Reggello nasce la prima Farm Community

FIRENZE- Al via in Toscana gli interventi per l’assistenza, cura e protezione delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, a causa della mancanza di entrambi i genitori, o per l’impossibilità degli stessi genitori di dare loro un sostegno adeguato.

Gli interventi sono previsti dalla legge nazionale 112 del 2016, la cosiddetta legge del “Dopo di noi”. Con una delibera presentata dall’assessore al diritto alla salute e al welfare Stefania Saccardi, nella sua ultima seduta la giunta ha approvato un finanziamento di 11.250.000 euro, di cui 5.490...

Housing sociale, a Reggio un milione dal Comune per riqualificare le case Erp

Finanziato con un milione di euro un Piano straordinario per la riqualificazione di tutto il patrimonio di edilizia residenziale pubblica esistente a Reggio Emilia che consentirà il ripristino di 70 alloggi di proprietà comunale

Con un nuovo Piano straordinario di recupero e manutenzione dell’edilizia residenziale pubblica promosso dal Comune di Reggio Emilia, del valore complessivo di un milione di euro – 765.000 euro quale nuovo finanziamento del Comune con risorse proprie, a cui si aggiungono 311.000 euro dal governo con il Piano casa 2014 con incidenza dal 2015 al 2017 – si consolida e prende nuovo slancio l’housing sociale a Reggio Emilia.

Gli obiettivi sono da una parte la cura del patrimonio immobiliare con interventi puntuali nei diversi edifici e appartamenti, dall’altra il ri...

Osservatorio disabilità: Pietro Barbieri coordinatore del Comitato tecnico-scientifico

Soddisfazione della Fish: “Il nuovo incarico a Barbieri è per lui e per l’intero movimento il riconoscimento di un autorevole e credibile protagonismo”. Il decreto ufficiale di ricostituzione dell’Osservatorio sarà registrato in questi giorni, con l’intera composizione del consesso

Il ministro del Lavoro e delle politiche sociali ha firmato il decreto che ricostituisce l’Osservatorio nazionale sulla disabilità. Un passaggio importante che consente di rilanciare un luogo di confronto e di elaborazione attorno alle politiche per le persone con disabilità e per una concreta applicazione della relativa Convenzione Onu e del Programma di azione.

Già in sé la notizia ha raccolto l’apprezzamento della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, ma ora un secondo aspett...

Welfare e sanità, approvato il nuovo piano triennale regionale

“Il piano – commenta la consigliera regionale Pd Lia Montalti – indica una nuova visione del welfare che punta ad adeguare i servizi ai nuovi bisogni evidenziati dai cittadini”

Approvato dall’Assemblea Legislativa regionale il nuovo “Piano Sociale e Sanitario Regionale 2017-19” dell’Emilia-Romagna. “Il piano – commenta la consigliera regionale Pd Lia Montalti – indica una nuova visione del welfare che punta ad adeguare i servizi ai nuovi bisogni evidenziati dai cittadini. La domanda infatti è mutata notevolmente negli ultimi anni a fronte di significativi cambiamenti sul piano demografico, economico e sociale che plasmano necessità spesso inedite e più composite”.

Gli obiettivi strategici su cui si articola il nuovo Piano sono “la lotta all’esclusione, alla fragilità e alla po...

Welfare, conto salato da 173 milioni di euro: il 41% a carico delle famiglie

Oltre 71 milioni della cifra totale vanno a badanti (45 milioni), rette dei servizi a carico dei privati (25 milioni) e donazioni e liberalità (1 milione)

C’è un welfare nuovo che prende forma. A Brescia pubblico e privato giocano la stessa partita dell’assistenza ai bisogni della comunità. Se è vero che Brescia è una città ricca di servizi (oltre 700) e di realtà (più di 300 soggetti) che gestiscono il welfare è vero anche che una buona fetta di risorse economiche proviene da fonte privata. Il welfare cittadino si stima che nel 2016 sia pesato per 173 milioni di euro.

Di questi, 71 milioni sono così composti: compensi a badanti (45 milioni), rette dei servizi a carico dei privati (25 milioni) e donazioni e liberalità (1 milione) … leggi tutto  (di Silvia Ghilardi – corrier...

Permessi 104. Il lavoratore che assiste un familiare che beneficia dei permessi per se stesso

La circolare Inps 37 del 18 febbraio 1999 chiarisce le condizioni per la fruizione dei giorni di permesso richiesti da due beneficiari

Non esistono disposizioni recenti in merito, il caso viene affrontato solo nella circolare Inps 37 del 18 febbraio 1999 (punto 1 A). Il lavoratore potrà fruire dei giorni di permesso Legge 104/92 per assistere il familiare con grave disabilità che già fruisce dei permessi Legge 104/92 per se stesso. Nella circolare vengono individuate due condizioni:

  • che il lavoratore con grave disabilità abbia una effettiva necessità di essere assistito. Tale necessità deve essere valutata dal medico competente;
  • che nel nucleo familiare non sia presente un altro familiare non lavoratore in condizione di prestare assistenza … leggi tutto  (di Giorgia Di Cristofaro – ...