Categoria Welfare

Disabili over 65, il Veneto evita il trasferimento nei centri per anziani

Le persone con disabilità “over 65” prese in carico dalla rete dei servizi della Regione sono oltre 900. Di queste, 590 sono in regime residenziale, 114 in regime semiresidenziale e 239 con impegnativa di cura domiciliare. In partenza la sperimentazione annuale per la permanenza in strutture per disabili già ospitanti

Un protocollo sperimentale per mantenere le persone over 65 nelle strutture per disabili, evitando il trasferimento in comunità per anziani. È la novità in cantiere da parte della Regione Veneto, che dovrebbe partire in via sperimentale per un anno.

Le persone con disabilità “over 65” prese in carico dalla rete dei servizi della Regione sono oltre 900 leggi tutto  (Giorgia Gay – redattore sociale)

Una legge per la cura dei disabili

È stata approvata a fine anno, riconosce la figura del caregiver. Pauletti chiede sostegno al territorio

BELLUNO. Una lunga battaglia conclusa con l’approvazione di una legge. Ma ora quel provvedimento va sostenuto, perché servono i decreti attuativi e perché va aumentato il fondo destinato dallo Stato alle famiglie che accudiscono persone disabili. La legge Bignami, dal nome del parlamentare che l’ha proposta, è diventata realtà a seguito della pubblicazione in Gazzetta ufficiale il 2 gennaio.

Prevede il riconoscimento della figura del “caregiver”, la persona che accudisce un familiare disabile. Al caregiver la legge riconosce un sostegno economico per la sua attività di cura … leggi tutto  (Alessia Forzin – corrierealpi.gelocal.it)

Il welfare aziendale e il mondo cooperativo: l’esperienza del Gruppo CGM

Quali sono le opportunità di sviluppo del welfare aziendale nel settore cooperativo? Ci riflettiamo partendo da una recente esperienza

Recentemente, il Gruppo Cooperativo Gino Mattarelli (CGM) ha avviato un’imponente iniziativa in tema di welfare aziendale. Il progetto – di cui vi abbiamo parlato anche in un nostro precedente articolo – è stato presentato anche nel corso della XIII Convention di CGM, dal titolo “Tutta un’altra impresa! Sociale, creativa e sostenibile”, tenutasi l’1 e il 2 febbraio scorso a Milano.

Gruppo CGM: un’offerta di welfare aziendale per le imprese

All’interno del nostro lavoro vi abbiamo spesso parlato del potenziale ruolo del mondo cooperativo nel mercato del welfare aziendale...

Sanità: colmare il gap pubblico-privato

La riforma del sistema sanitario è stata una delle cause principali del prolungamento dei negoziati per la formazione del nuovo governo di Grande Coalizione

Per poter vendere meglio alla propria base l’accordo la Spd proponeva una profonda revisione dell’assistenza nazionale, attualmente basata su due pilastri: quello pubblico, prevalente, e quello privato.

L’idea di Martin Schulz era avere “un’assicurazione del cittadino” universale che garantisse a tutti i tedeschi lo stesso trattamento. In realtà, secondo i primi e parziali elementi dell’accordo, sembra che la Grande Coalizione non si sia spinta così in avanti e la strada della revisione, più che della riforma, si preannuncia lunga … leggi tutto  (il sole 24ore)

 

Elezioni. Sanità e Welfare. I programmi di PD, Centro Destra, Cinque Stelle, Liberi e Uguali, Civica e Popolare e + Europa

PD, M5S, LeU, Civica e Popolare e +Europa hanno tutti promesso un aumento degli stanziamenti. Il Centrodestra parla invece di “estensione delle prestazioni sanitarie”. Molte anche le proposte in tema di natalità, disabilità e non autosufficienza.  Ecco uno schema sinottico di riepilogo degli interventi su sanità e welfare proposti dai principali protagonisti delle prossime elezioni del 4 marzo. Un dato è comune a tutti: nessuno spiega nel dettaglio con quali risorse garantirà le promesse elettorali

Tutti i partiti, in vista delle prossime elezioni del 4 marzo, hanno presentato i loro programmi elettorali dedicando spazio alla sanità e al welfare. Anticipiamo oggi anche la parte relativa a sanità e welfare del programma di Civica e Popolare della Ministra della Salute Beatrice Loren...

Sanità: tagli o investimenti? Entrambi (video)

Il fact-checking de lavoce.info passa al setaccio le dichiarazioni di politici, imprenditori e sindacalisti per stabilire, con numeri e fatti, se hanno detto il vero o il falso. Questa volta tocca alle dichiarazioni di Beatrice Lorenzin e Barbara Lezzi sui finanziamenti alla sanità

Il confronto Lorenzin-Lezzi

La campagna elettorale è contraddistinta da una parte da temi difficili e molto dibattuti – oggi lo sono la sicurezza e l’immigrazione – e dall’altra da luoghi comuni, affermazioni ripetute così tante volte da divenire “verità”, che vengono utilizzate come contesto dagli esponenti politici per rafforzarne la narrazione … leggi tutto  (Lorenzo Borga – lavoce.info)

Disabili over 65, il Veneto verso un protocollo sperimentale per la continuità

Le persone con disabilità “over 65” prese in carico dalla rete dei servizi della Regione sono oltre 900. Di queste, 590 sono in regime residenziale, 114 in regime semiresidenziale e 239 con impegnativa di cura domiciliare . In partenza la sperimentazione annuale per la permanenza in strutture per disabili già ospitanti

Un protocollo sperimentale per mantenere le persone over 65 nelle strutture per disabili, evitando il trasferimento in comunità per anziani. È la novità in cantiere da parte della Regione Veneto, che dovrebbe partire in via sperimentale per un anno. Le persone con disabilità “over 65” prese in carico dalla rete dei servizi della Regione sono oltre 900 leggi tutto  (Giorgia Gay – superabile.it)

L’Italia è esasperata? L’antidoto si chiama innovazione sociale

Ripensare il modello di welfare territoriale è la grande sfida per il futuro. Solo così si possono arricchire i territori impoveriti come Macerata, un luogo che soffre di crisi di distretto, di vuoti economici che nessuno ha riempito

«Gli esasperati? Sono vulnerabilità impazzite»...

Il welfare riparte dai Comuni e si chiama reddito di dignità

Dal Reddito di inclusione (Rei) al Reddito di dignità (Red). Non è solo un esercizio linguistico, né una variante concettuale: è il tentativo di assicurare dignità attraverso il lavoro, non solo assicurare l’opportuna assistenza; è l’impegno di tutelare e includere non solo le nuove povertà, ma anche chi ha perso il lavoro e ha un mutuo da pagare, senza essere ancora arrivato all’indigenza

Mentre il Rei cammina sulle gambe dell’Inps e dello Stato – sebbene le domande debbano comunque essere fatte presso il Comune di residenza – il Red è un’iniziativa di welfare territoriale, una forma di welfare di comunità, pagato con i soldi che il Comune mette a bilancio come spesa corrente … leggi tutto  (Guido Castelli – huffington post)

Settimana con solo 28 ore di lavoro, accordo storico in Germania tra il sindacato dei metalmeccanici IgMetall e gli industriali

Chi sceglierà l’orario ridotto per occuparsi dei figli piccoli o di parenti malati o perché svolge un lavoro usurante non subirà neanche il taglio dello stipendio

Con una disoccupazione generale al 10,8% e quella giovanile al 32,2%, un tasso di inattività salito al 34,8%, e una riforma, il Jobs act, che non è riuscita a rinvigorire i contratti a tempo indeterminato, l’Italia è un Paese dove lavorare di più è imprescindibile. In Germania, invece, chi lo vorrà, potrà ridurre il proprio orario lavorativo settimanale fino a 28 ore.

A stabilirlo è l’accordo storico sull’orario di lavoro siglato tra il sindacato dei metalmeccanici Ig Metall e gli industriali...

1 marzo. Scadono in molti Distretti i bandi lg.13/89 e Lg.29/97 su barriere architettoniche e acquisto attrezzature/arredi/tecnologie per autonomia in casa

Come ogni anno scade il 1 marzo in molti Distretti sociosanitari della regione (alcuni hanno stabilito altre date). il termine per la presentazione delle domande dei bandi relativi alle leggi 13/89 e 29/97

Quello sugli interventi di abbattimento di barriere architettoniche negli edifici residenziali  e quello relativo ai contributi previsti dalla legge regionale  29/97 per  acquisto  di attrezzature,  arredi, tecnologie utili  per l’autonomia  a domicilio o per  effettuare attività  di studio,  lavoro, riabilitazione altrimenti impossibili da svolgere fuori dal domicilio … leggi tutto  (fonte: retecaad.it)

Progetti rivolti agli anziani fragili: settima edizione del concorso di idee E-Care

Settima edizione del concorso di idee E-Care, il bando finanziato attraverso il FRNA (Fondo Regionale per la Non Autosufficienza) e rivolto ad associazioni del Terzo settore per ottenere un contributo da utilizzare in progetti di sostegno a favore della popolazione anziana fragile residente nei territori dell’AUSL di Bologna. Via libera alle proposte di volontariato, promozione sociale, libere forme associative e cooperative

Le iscrizioni al concorso sono aperte fino al 14 marzo. Il bando verrà presentato al pubblico lunedì 12 febbraio dalle ore 9.30 alle ore 13 presso l’Area Monumentale Roncati, Aula delle Colonne, in via S.Isaia 94 a Bologna.

L’obiettivo è quello di finanziare progetti che abbiano come destinatari gli anziani fragili, intesi come persone autosufficienti, in grado di...

Noi e i robot, viaggio nel futuro dell’umanità

Maria Chiara Carrozza, esperta di biorobotica, è il nuovo direttore scientifico della Fondazione Don Gnocchi: «Penso che un robot assistente vada sperimentato, ma sapendo che la Don Gnocchi è proprio il luogo in cui non aver paura di queste novità, perché qui la robotica è solo per il miglioramento della vita delle persone deboli»

La robotica? Viaggia a grandi passi verso la sua evoluzione, da industriale a sociale. I robot stanno uscendo dalle fabbriche per entrare nelle nostre case, nella nostra quotidianità, ad esempio nella cura e nell’assistenza delle persone...

Biotestamento: i notai spiegano come fare le Disposizioni Anticipate di Trattamento

Le risposte ai dubbi più diffusi in materia di DAT in un vademecum a domande-risposte, che vuole sanare i dubbi più comuni sulle novità introdotte dalla nuova legge

Come avevamo avuto modo di riportarvi, lo scorso 14 dicembre è stata approvata in Italia la prima Legge sul Testamento  Biologico pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.12 del 16 gennaio 2018 ed entrata in vigore il 31 gennaio scorso.

Tra le novità principali introdotte dalla normativa, la possibilità per chi è maggiorenne di stabilire delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), ovvero delle indicazioni sui trattamenti sanitari che si vogliono ricevere o meno nel caso in cui ci si trovasse in condizioni di incapacità di decidere per la propria vita … leggi tutto  (disabili.com)

Milanese (Osa): “Implementare modelli integrativi e inclusivi di welfare”

“Le disuguaglianze sono diventate il principale problema che attanaglia il Paese. Confcooperative ha preso, a più riprese, un impegno importante davanti alle istituzioni: strutturare un sistema di welfare inclusivo e solidale da affiancare all’azione pubblica

Questo è il nostro obiettivo, sia come FederazioneSanità che come Confcooperative. Le linee per conseguirlo sono state tracciate in questi mesi, anche in virtù ad un’intensa fase di riflessione sull’assetto organizzativo che ci ha visti tutti coinvolti e che ha evidenziato l’esigenza di maggiore intersettorialità, di più coesione e di abbattimento degli steccati”. Sono queste le parole del presidente di Osa e di FederazioneSanità, Giuseppe Milanese, che ha partecipato all’Assemblea regionale di Confcooperative Tos...

Bologna: presentazione Casa della Salute “Navile”

I cittadini e le associazioni del quartiere Navile sono invita a partecipare all’incontro di presentazione della nuova sede della Casa della Salute “Navile”

Mercoledì 21 febbraio 2018 alle ore 16 presso la Sala Masina di via di Saliceto 3/20 (parco Zucca)

Verranno presentate le funzioni della Casa della Salute, i servizi che verranno forni e le modalità di azione con particolare riferimento alla presa in carico, all’integrazione sociale e sanitaria, alla prevenzione dei corre/ stili di vita e la promozione del benessere in collaborazione con i cittadini e le associazioni del territorio.

All’incontro parteciperanno il Direttore del Distretto, do. Fausto Trevisani, la do.sa Maria Luisa De Luca ed il dott...

Il tallone d’Achille del Ssn è la cura ai non autosufficienti. Presentato il Rapporto Oasi del Cergas Bocconi

I posti letto coprono meno del 10% del fabbisogno e le cure domiciliari si riducono, in media, a 17 ore per paziente l’anno. In sofferenza la spesa per il personale, con conseguente invecchiamento dei professionisti del Ssn. Allarma il divario nord sud nelle condizioni di salute della popolazione. LE TABELLE, LA SINTESI DEL RAPPORTO

Il Servizio sanitario nazionale (Ssn) ha speso, nel 2016, 115,8 miliardi di euro, una cifra in crescita dell’1,1% sul 2015, ma che, tra il 2010 e il 2016, è aumentata in media dello 0,7% l’anno – un tasso inferiore a quello dell’inflazione. È uno dei dati emersi dal Rapporto Oasi 2017, presentato questa mattina all’Università Bocconi di Milano e di cui avevamo anticipato alcuni contenuti nei giorni scorsi leggi tutto  (quotidiano sanità)