Categoria Welfare

Mondo Axia e AISA – Riabilitazione

                         

COSA SI FA NELLA PALESTRA DI GRANAROLO?

Nella palestra sede dell’Associazione A.I.S.A. è presente dal 2014 un Servizio Riabilitativo rivolto agli associati che prevede trattamenti fisioterapici e logopedici a modalità estensiva prevalentemente settimanale (2 pomeriggi/settimana) erogati da operatori del Centro di Riabilitazione AXIA Cooperativa Sociale onlus (2 fisioterapiste e 2 logopediste).

I pazienti vengono inseriti nelle attività riabilitative del progetto successivamente ad una valutazione da parte di un TEAM multiprofessionale formato oltre che dalle suddette figure tecniche anche dal medico fisiatra del Centro di Riabilitazione Axia, dal Dr...

Bologna, un tetto e l’autonomia. Il cohousing per i disabili rimasti soli

Sarà realizzato dal Comune in una villetta di via Andrea Costa grazie al fondo «Dopo di Noi»

A pochi metri dallo stadio Dall’Ara, in quella villetta rossa che si affaccia su via Andrea Costa all’altezza dell’autolavaggio, si realizzerà un sogno di anelata autonomia. Spalancato il portone, si entrerà in una realtà di cohousing: tra quelle mura vivranno almeno cinque persone diversamente abili, ognuna con il proprio alloggio.

A fine aprile è stato infatti approvato dalla Giunta comunale un progetto che prevede la ristrutturazione dello stabile da adibire a soluzione abitativa per soggetti colpiti da gravi disabilità e «privi del sostegno familiare» … leggi tutto  (Francesca Blesio – corriere di bologna)

Diritto all’abitare: nove princìpi in cui credere

Nove princìpi in cui credere, scrive Fausto Giancaterina, «per sorreggere la cultura e i valori ispiratori dell’azione di accompagnamento delle persone con disabilità in un progetto del diritto all’abitare»

A partire dal fatto di credere «nella centralità della persona, piuttosto che nella centralità del budget» e «che siano i diritti ad avere la priorità rispetto ai bisogni», ovvero che sia «l’esigibilità dei diritti stessi a determinare l’organizzazione dei servizi» … leggi tutto  (Fausto Giancaterina – superando.it)

Il “villaggio Alzheimer”, un paese dentro al paese

Le persone con malattia degenerativa vivono in un ambiente che vuole preservare una vita normale, a contatto con la comunità. Dopo l’addio a Cardano al Campo, ora il progetto approda nella vicina Casorate

Un villaggio dentro al paese. O a fianco, se si preferisce. Dove le persone ammalate di Alzheimer vivono in un ambiente che è “protetto”, ma che cerca di preservare una vita normale, senza sradicare gli ospiti dalla comunità circostante. È l’idea dei “villaggi Alzheimer”, nata nel Nord Europa, sbarcata in Italia da poco (a febbraio l’inaugurazione del primo esempio, a Monza) e proposta anche nel Varesotto dalla Fondazione Melo Onlus.

Ne avevamo parlato già lo scorso anno: il progetto inizialmente era stato avviato a Cardano al Campo, ma a distanza di qualche tempo si “tra...

Congedo Legge 104 disabile che lavora

È possibile chiedere il congedo straordinario retribuito, se il disabile assistito lavora?

Vuoi chiedere un periodo di aspettativa retribuita per assistere un tuo familiare disabile, ma la persona che devi assistere lavora? Né l’Inps, né la tua azienda possono negarti il congedo straordinario Legge 104, in quanto lo svolgimento di attività lavorativa non cancella la necessità del disabile di essere assistito: lo ha chiarito il ministero del Lavoro, in risposta a un interpello posto nel 2010 [1], e l’ha successivamente confermato l’Inps stesso [2].

Ma com’è possibile che il portatore di handicap che lavora abbia comunque necessità di assistenza? Cerchiamo di capire in quali casi può essere concesso il congedo Legge 104 per assistere il disabile che lavora, dopo aver compreso...

Permessi Legge 104: posso andare in vacanza col disabile?

Il lavoratore che ha diritto ai permessi retribuiti può andare in villeggiatura col familiare disabile che assiste?

Hai diritto ai permessi o al congedo straordinario Legge 104 perché assisti un familiare disabile e vuoi andare in vacanza con lui? Oppure ti capita, d’estate, di spostare la tua residenza al mare o in un luogo di villeggiatura, pur continuando a lavorare, e vuoi capire se hai lo stesso diritto ai permessi?

Sui permessi e il congedo straordinario Legge 104 la normativa si limita a dare alcune indicazioni di massima: è importante capire, però, che queste assenze sono finalizzate all’assistenza del disabile...

Al Caregiver Day, app e siti web per chi assiste un familiare non autosufficiente

Dal 4 al 28 maggio c’è “Prendersi cura: insieme”, l’ottava edizione della manifestazione promossa dalla cooperativa “Anziani e non solo”. Tra i temi affrontati: la narrazione come cura, il ruolo dei giovani caregiver, la formazione di medici e operatori. Il testimonial è l’ex ginnasta Yuri Chechi

La narrazione come terapia, le app dedicate a chi si prende cura di una persona non autosufficiente, il ruolo dei giovani caregiver, la formazione di medici e operatori. Sono alcuni dei temi che saranno affrontati a “Prendersi cura: insieme!”, l’ottava edizione di “Caregiver day – Mi prendo cura di te”, l’iniziativa promossa dalla cooperativa Anziani e non solo di Carpi (Modena) con il contributo dell’Unione Comuni Terre d’argine e il patrocinio di Ausl Modena, Regione Emilia...

Invalidità civile. Escluso reddito casa di abitazione. Decorrenza e arretrati

A partire dal 1° gennaio 2017, si è disposto che venga escluso il reddito della casa di abitazione dal computo dei redditi per la concessione delle prestazioni agli invalidi civili, ciechi civili e sordi civili. Decorrenza e arretrati

Premessa
Negli ultimi anni si è consolidato un orientamento giurisprudenziale in materia di requisiti reddituali – con particolare riferimento al reddito della casa di abitazione – che ha ribaltato i precedenti criteri utilizzati finora anche dall’Inps. Pertanto, a partire dal 1° gennaio 2017, si dispone che venga escluso il reddito della casa di abitazione dal computo dei redditi per la concessione delle prestazioni di invalidità civile … leggi tutto  (Gabriela Maucci – superabile.it)

ANPR, così favorirebbe il Reddito di inclusione e altri servizi di welfare

Ecco come si potrebbe semplificare la vita dei cittadini, evitare criticità e gestire in maniera efficiente servizi di welfare come il Reddito di inclusione e molti servizi socio assistenziali e sanitari se l’architettura dell’ANPR prevedesse una stretta congiuntura con i sistemi gestionali dei servizi sociali e sanitari

Nel faticoso percorso per la costruzione dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (che raccoglierà a livello statale le singole anagrafi comunali) sarebbe utile non dimenticare alcuni orizzonti progettuali che potrebbero rendere questa struttura molto utile per diversi servizi del welfare italiano. Facciamo alcuni esempi concreti.

ANPR e Reddito di Inclusione

Dal primo dicembre 2017 è in funzione in tutto il paese il Reddito di Inclusione (il ReI), ossi...

Tre riforme da riformare

Le motivazioni esposte dall’ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili), in occasione della propria recente Seconda Conferenza Nazionale dei Quadri Dirigenti, sul perché sono necessarie alcune modifiche sia riguardo alla Legge 112/16, meglio nota come “Legge sul Dopo di Noi” (o sul “Durante e Dopo di Noi”), sia in àmbito di inclusione lavorativa e scolastica delle persone con disabilità

Nelle intenzioni del Parlamento, la Legge 112/16 [“Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”, N.d.R.] avrebbe voluto porsi come un intervento organico e completo per l’assistenza dei disabili privi di sostegno familiare leggi tutto  (ANMIC Nazionale – superando.it)

Siblings, come prendersi cura dei fratelli di bambini con disabilità

Nell’esperienza quotidiana di una famiglia con un figlio con disabilità, tra impegni di cura e accompagnamento, a volte è difficile dare spazio agli altri figli. Per questo lo psicologo e psicoterapeuta Andrea Dondi ha scritto la guida “Siblings. Crescere fratelli e sorelle di bambini con disabilità” dedicata ai genitori «il suo obiettivo è quello di aiutarvi a conoscere e comprendere, per quanto possibile, l’universo dell’altro vostro figlio o figlia»

«Questo non è un libro che parla di disabilità, ma parte dall’esperienza della disabilità fatta dalla famiglia utilizzando il punto di vista dei fratelli, il loro sguardo sulla disabilità, la loro modalità di viverla». Così inizia, con le parole del presaidente di Fondazione Paideia, Fabrizio Serra, “Sibling...

Dall’INAIL interventi per favorire il reinserimento delle persone con disabilità da lavoro

Per continuare a promuovere il reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro, l’Inail ha esteso gli interventi già in atto anche al caso di nuova assunzione, se c’è incontro tra domanda e offerta di lavoro

Le persone con disabilità da lavoro causata da un evento infortunistico o tecnopatico tutelato dall’Inail assunte con contratti di lavoro subordinati, anche a tempo determinato o flessibili, sono i destinatari dei nuovi interventi previsti. Sono invece esclusi i lavoratori autonomi.

L’iniziativa dell’Inail, definita con la circolare 30/2017 e diffusa sui media con una campagna di comunicazione, è in linea con il “Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro” che attua l’articolo 1 comma 166 della legge di ...

Mondo Axia – Blog Le buone prassi: Stabilizzatore WC modificato

PROBLEMA: Non è agevole l’attività di igiene intima da parte dell’assistente che non riesce ad entrare con la mano all’interno del WC a causa della presenza dell’asse e di cosce molto voluminose … leggi tutto

Sanità, Giuffrida (Osa): “Lea rispecchiano richiesta attuale di cure”

“L’introduzione dei nuovi Livelli essenziali di assistenza è un fatto estremamente positivo in quanto finalmente si consolida a livello normativo, seppur non ancora fattuale, l’importanza di setting assistenziali come l’assistenza domiciliare e l’assistenza semi-residenziale

A questo tipo di assistenza, prima solo brevemente enunciata, i nuovi Lea dedicano gli articoli 21, 22 e 23, dettagliando il tipo di assistenza cui il paziente ha diritto e classificandola sommariamente per livelli di intensità”. A dirlo è il direttore sanitario di Osa, Francesco Giuffrida.

“I nuovi Lea rispecchiano l’evoluzione del fabbisogno attuale- spiega all’agenzia Dire- fornendo maggiori risposte ai pazienti con malattie croniche, in continuo aumento, e di conseguenza rispondono alla richiesta di ...

Mondo Axia – Blog Le buone prassi: Comodino rotante

PROBLEMA: P. per spostarsi tra letto e carozzina ha installato un sollevapersone a bandiera in camera

La colonna ora è al posto del comodino e P. ha bisogno di appoggiare medicine, occhiali, acqua.. vicino al letto … leggi tutto

“Caregiver day 2018”, un mese di eventi tra Bologna e Carpi

Costruire un’alleanza di cura sarà il tema centrale dell’ottava edizione del “Caregiver day-Mi prendo cura di te 2018”, serie di iniziative in programma dal 4 al 28 maggio dedicate a chi assiste per ragioni affettive una persona non autosufficiente

Il titolo scelto per il Caregiver day 2018 è “Prendersi cura: insieme!” perché il programma verte appunto sul tema “costruire una alleanza di cura per prevenire e sostenere la fragilità, la cronicità, la disabilità”: si tratta di un mese di iniziative, progettate e organizzate dalla cooperativa “Anziani e non solo” di Carpi con il contributo dell’Unione Comuni Terre d’Argine, e il patrocinio di Ausl Modena, Regione Emilia-Romagna e Carer- Associazione Caregiver dell’Emilia-Romagna.

Gli appuntamenti, come sempre gratuiti...