Categoria DSA

L’autismo tra giudizi e pregiudizi

«L’esigenza di superare l’equazione “autismo = disabilità invisibile” – scrive Gianfranco Vitale – è tanto più comprensibile, tenendo conto che l’autismo è spesso segnato da eventi dolorosi, che non si possono derubricare a meri fatti di cronaca»

E chiede: «Un autistico che vaga senza meta e senza identità è uguale a un autistico che porta con sé un braccialetto che funge da sistema di geolocalizzazione e che in una sacca o sulla placchetta intorno al collo reca informazioni atte a facilitare il riconoscimento della sua condizione e dati che permettono di risalire facilmente ai suoi cari?» … leggi tutto  (di Gianfranco Vitale – superando.it)

Autismo, Associazione Genitori: “Approccio evolutivo dà più risultati”

Non ho mai sentito i professionisti che seguono l’approccio evolutivo tacciare di cialtroneria gli altri

Da genitore di un ragazzo che rientra nella sindrome autistica posso solo fare un appello a non cadere negli insulti, a non ‘infettare’ il mondo della ricerca con il linguaggio offensivo che ormai dilaga nella politica e sulla Rete.

Ho avuto modo di conoscere sia il metodo Aba che quello evolutivo, e devo dire che per mio figlio l’approccio dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) all’autismo ha prodotto grandi risultati sul piano della comunicazione e della esternazione delle sue paure e delle sua ansie” … leggi tutto  (dire)

Autismo, Associazione Genitori: “Approccio evolutivo dà più risultati”

 “Non ho mai sentito i professionisti che seguono l’approccio evolutivo tacciare di cialtroneria gli altri

Da genitore di un ragazzo che rientra nella sindrome autistica posso solo fare un appello a non cadere negli insulti, a non ‘infettare’ il mondo della ricerca con il linguaggio offensivo che ormai dilaga nella politica e sulla Rete.

Ho avuto modo di conoscere sia il metodo Aba che quello evolutivo, e devo dire che per mio figlio l’approccio dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) all’autismo ha prodotto grandi risultati sul piano della comunicazione e della esternazione delle sue paure e delle sua ansie”...

Autismo, Ido non ci sta: “Ci insultano per i nostri risultati, ma così offendono anche i genitori”

‘Dal dileggio, la battuta, la ripetizione a sproposito di frasi usate come slogan etc., ora si è passati all’insulto e a mettere in discussione 45 anni di professionalità e la credibilità degli oltre 120 colleghi dell’IdO e degli altri, ormai centinaia, che ci seguono e operano in Italia

È ora di dire basta’. Così nella lettera pubblicata oggi sui maggiori quotidiani nazionali firmata da Federico Bianchi di Castelbianco direttore dell’Istituto di Ortofonologia di Roma leggi tutto  (dire)

Qui il video

Diverse Strategie di Apprendimento, i DSA cambiano focus

Dal 2 all’8 ottobre 2017 si terrà la Settimana Nazionale della Dislessia, un’occasione per aiutare le famiglie ed i ragazzi con DSA grazie a numerose attività in tutta Italia

I disturbi specifici dell’apprendimento sono un argomento relativamente recente: fino a pochi decenni fa infatti i ragazzi con difficoltà di lettura venivano additati come svogliati e disinteressati.

Oggi fortunatamente c’è maggiore conoscenza di questo argomento e gli insegnanti diventano, pian piano, sempre più abili a riconoscere in fretta le difficoltà degli alunni nel tentativo di agevolarli nello studio attraverso mezzi adeguati alle difficoltà che presentano … leggi tutto  (Chiara Bullo – disabili.com)

Un progetto europeo sulle persone adulte con autismo

È decisamente importante l’avvio del progetto europeo “ASDEU”, voluto per fornire una migliore comprensione dei diversi tipi di servizi di assistenza e cura disponibili oggi in Europa per gli adulti nello spettro autistico

Alla base di tale iniziativa vi è un questionario rivolto sia alle stesse persone adulte con autismo, che ai membri delle loro famiglie, a chi se ne prende cura e ai professionisti impegnati nel settore. Sarà dunque particolarmente importante la collaborazione di tutti, finalizzata, nello specifico del nostro Paese, a un report da consegnare al Ministero della Salute … leggi tutto  (s.b. – superando.it)

Autismo, esperienze di vita autonoma per progettare il futuro

A “Casa comune” (Milano) due ragazze con la sindrome di Asperger convivono con studentesse universitarie. A “Villa delle Rogge” (Pordenone) lavoro e vita quotidiana con i “colleghi”

Villa delle Rogge è una foresteria a disposizione delle 15 persone che “lavorano” nell’Officina dell’arte della Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone. Una decina di loro si ferma a dormire lì, partecipando al programma “Vivi la città”: dalle 17 alle 9 del mattino successivo, per cinque giorni la settimana, questi giovani vanno a fare la spesa, a passeggiare in centro, si fermano a comprare qualcosa di personale, preparano la cena, sparecchiano, magari vanno al cinema o in un pub prima di andare a dormire. Insomma, abitano con i loro “colleghi”.

E’ una delle diverse esperienze di vita autonoma a cui...

L’autismo che incontra l’arte

Una maggiore conoscenza e sensibilizzazione sui disturbi dello spettro autistico può passare anche per iniziative di arte e musica,

oltreché per riflessioni e sperimentazioni nelle scuole: ne sono pienamente convinti in Umbria i promotori della due giorni di Foligno e Assisi, in programma per il 9 e il 10 settembre, quando verrà proposto un vero e proprio mondo di suggestioni che ruoterà tutto attorno al tema dell’autismo.

L’iniziativa si è avvalsa sin da subito dell’interesse e della collaborazione dell’ANGSA Umbria (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) … leggi tutto  (a.c. – superando.it)

Autismo, la principale difficoltà relazionale può essere letta attraverso il corpo

Comportamenti bizzarri, andatura sulle punte, stereotipie, evitamento oculare, distacco da cose e/o persone, rigidità

Il corpo di un bambino coinvolto nei disturbi dello spettro autistico (Asd) dà molte informazioni sulla gravità della sua sintomatologia, già nelle prime fasi di sviluppo.

Lo dice anche il Dsm 5 (il manuale statistico e diagnostico per eccellenza), tuttavia mancano studi sull’efficacia della dimensione psicomotoria nel trattamento dell’autismo, trascurata sia in ambito diagnostico che terapeutico.

Un gap di conoscenze su cui pone attenzione l’ultima ricerca dell’Istituto di Ortofonologia di Roma (IdO) su ‘Il profilo psicomotorio nei bambini con disturbi dello spettro autistico: valutazioni cliniche e implicazioni per la terapia’, pubblicata sulla rivista intern...

Umore in altalena e sindrome di Asperger, da settembre in tv su Doctor’s Life

Un giorno ti senti quasi onnipotente e il giorno dopo schiacciato da una tristezza che paralizza

La ‘vita in altalena’ dei bipolari è protagonista del documentario ‘Being Bepolar’, fra le novità di settembre in onda su Doctor’s Life, edito da AdnKronos Salute sul canale 440 della piattaforma Sky.

Non solo: sul canale tv dedicato h24 alla formazione e informazione dei medici e dei farmacisti debutta – dal 4 settembre – anche ‘Oops, wrong planet’, un viaggio eccezionale nel mondo della sindrome di Asperger, condizione dello spettro autistico lieve chiamata in causa per grandi del passato come Isaac Newton e Andy Warhol, ma anche personaggi controversi come Chelsea Manning e Julian Assange … leggi tutto  (adnkronos)

Autismo, esperienze di vita autonoma per progettare il futuro

A “Casa comune” (Milano) due ragazze con la sindrome di Asperger convivono con studentesse universitarie. A “Villa delle Rogge” (Pordenone) lavoro e vita quotidiana con i “colleghi”. “Nuove prospettive per prevenire istituzionalizzazione o isolamento domiciliare”. Inchiesta di Superabile- Inail

Villa delle Rogge è una foresteria a disposizione delle 15 persone che “lavorano” nell’Officina dell’arte della Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone.

Una decina di loro si ferma a dormire lì, partecipando al programma “Vivi la città”: dalle 17 alle 9 del mattino successivo, per cinque giorni la settimana, questi giovani vanno a fare la spesa, a passeggiare in centro, si fermano a comprare qualcosa di personale, preparano la cena, sparecchiano, magari vanno al cinema o in un pub prima di an...

A Biella la mostra di Carlos Gianesini: con la fotografia oltre l’autismo

Apre il 3 settembre l’esposizione “Di fronte a me”. Il ricavato andrà in parte a sostenere la Casa dell’autismo di Candelo

“Tutti ridevano quando ho preso in mano la macchina fotografica – racconta Carlos, 24 anni e con autismo ad alto funzionamento – ma si sono zittiti quando hanno visto i risultati”

La fotografia per esprimere la mente di un ragazzo autistico, ma anche per aiutare chi vive la sua stessa condizione: è l’esperienza di Carlos Gianesini, fotografo biellese di 24 anni, con autismo ad alto funzionamento. “Di fronte a me” è il titolo della sua nuova mostra, che sarà presentata il prossimo 3 settembre, seguita da una sfilata di moda e da un buffet, presso il Santo Stefano Spa Relais, a partire dalle 17.

Un’iniziativa artistica ma anche solidale, perché “desid...

Coraggio, venite a conoscerci: abbiamo tante cose da raccontarvi

«Coraggio, aprite quel cancello – scrive Giovanni Merlo rivolgendosi alla Scuola Svizzera di Milano, che aveva escluso dai propri corsi le persone con disabilità, salvo poi fare marcia indietro, su sollecitazione delle autorità elvetiche -, venite a conoscerci, abbiamo un sacco di cose da raccontarvi

Tutti impegnati a imparare tante lingue straniere, non avete avuto il tempo e l’occasione di scoprire che ci sono tanti e diversi modi di comunicare e di insegnare anche concetti difficili e che in una scuola le differenze rappresentano una fonte inesauribile di conoscenza e crescita reciproca» … leggi tutto  (di Giovanni Merlo – superando.it)