Monthly Archives giugno 2017

‘La nota in più’, i ragazzi autistici suonano all’ospedale di Bergamo (video)

Ragazzi autistici e insegnanti suonano insieme

Succede all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo grazie a Spazio Autismo … leggi tutto  (dire)

Altalene e carrozzine: spendere poco e fare bella figura?

Pare siano ben 279 le altalene per bambini in carrozzina installate nelle città italiane negli ultimi anni: ma sono veramente sicure e in linea con le norme europee?

E quanto possono dirsi inclusive, essendo utilizzabili solo da bimbi in carrozzina, ciò che non facilita affatto l’interazione con gli altri bambini? Non saranno forse un modo per spendere poco e fare bella figura? … leggi tutto  (Simona Lancioni – superando.it)

In quali casi la scuola può chiedere ore aggiuntive per il sostegno?

Cosa succede quando arriva una certificazione in ritardo? Come chiedere ore di sostegno in deroga?

Ci siamo occupati più volte dei ricorsi delle famiglie ai tribunali amministrativi  per ottenere ore di sostegno in deroga a quelle assegnate. Ciò è possibile principalmente grazie alla nota sentenza della Corte Costituzionale n. 80/10, che ha affermato il diritto all’inclusione degli alunni con disabilità grave, priotitario rispetto alle esigenze di bilancio. Vi sono però anche altre situazioni in cui è necessario richiedere risorse aggiuntive.

Ciò accade, ad esempio, quando occorre richiedere risorse ulteriori rispetto a quelle iniziali, a causa del sopravvenire di nuove situazioni che le richiedono. Come procedere, dunque? Quando I dirigenti scolastici devono richiedere le risors...

Ecco un tablet in Braille per insegnare la geometria

Un tablet in Braille per insegnare la geometria ai bambini non vedenti

Si chiama Feelif ed è la rivoluzionaria novità messa a punto dall’impresa slovena 4WEB.

Il dispositivo, che possiede una griglia in rilievo sullo schermo, invia ai piccoli utenti comandi sotto forma di suoni, voci e vibrazioni che li aiutano a riconoscere e a disegnare le forme geometriche seguendo con le dita i puntini in rilievo del Braille … leggi tutto  (di Annalisa Lista / west-info.eu)

La sclerosi multipla neppure la conoscevo. Oggi vivo con l’Interferone

Oggi pubblichiamo la storia di Anna. Ci racconta la scoperta della sclerosi multipla, la sua nuova quotidianità, l’esperienza con l’Inteferone e l’importanza di condividere per sentirsi meglio

La mia storia comincia nell’agosto del 2014 quando mi sono accorta di non riuscire più a muovere le dita dei piedi

Dopo diversi accertamenti, gli anticorpi risultavano non in regola e con loro anche il livello delle piastrine. A questo si univa un senso di stanchezza ed un dolore alle gambe che crescevano di giorno in giorno … leggi tutto  (giovanioltrelasm.it)

4 luglio ore 17: Connected and integrated care? Workshop internazionale

Servizi socio-sanitari partecipati, di qualità e sostenibili in una società che cambia. Il possibile ruolo delle tecnologie

Questo il tema dell’incontro internazionale che si terrà Martedì 4 luglio dalle 17 alle 19 in Quadreria di via Marsala 7 nell’ambito del Progetto europeo ProACT  finanziato dal programma Horizon 2020, che ASP Città di Bologna e AIAS in collaborazione con ampio gruppo di partner europei per lo studio e la realizzazione di una piattaforma per il miglioramento del sistema di cure per persone affette da multimorbidità.

L’obiettivo dell’incontro è creare consapevolezza rispetto alle opportunità offerte dalle tecnologie a sostegno di percorsi di cura integrata costruiti intorno alla persona...

Fiera Solida(le)

“L’Albero della felicità”, a Bologna la prima giostra in Italia accessibile alle persone disabili

Si chiama “L’albero della felicità”. Si tratta di una giostra di nuova generazione, uno dei 10 esemplari al mondo, unico in Italia, pensata per potere ospitare anche persone disabili

Ha inaugurato al parco del Velodromo di Bologna, dietro l’ospedale Maggiore in direzione Borgo Panigale. Resterà lì sino alla fine di luglio, prima di ricominciare a viaggiare per l’Italia e per l’Europa.

La giostra, che ha la forma di un grande albero, ha infatti cabine sferiche particolarmente accessibili, che si chiudono esternamente garantendo la sicurezza degli ospiti senza bisogno di imbragature personali.

L’albero gira su se stesso in maniera regolare, senza sbalzi di altezza o cambi di velocità...

Codice, impresa sociale e 5 per mille: al via la riforma del terzo settore

A circa tre anni dal lancio delle linee guida, i provvedimenti attuativi giungono al traguardo. Una riforma importante che riguarda più di 300 mila organizzazioni e coinvolge oltre 6 milioni di cittadini che dedicano tempo all’impegno volontario

A circa tre anni dal lancio dell’ex premier Matteo Renzi delle linee guida di Riforma Terzo Settore, i provvedimenti attuativi giungono al traguardo. Codice del Terzo Settore, impresa sociale e cinque per mille, spiega una nota del ministero del Lavoro, sono stati oggi varati in via definitiva dal Consiglio dei Ministri dopo un confronto costruttivo con le Commissioni delle due Camere che ha consentito di migliorare il testo e rispondere ad alcune esigenze largamente diffuse.

Una riforma importante che riguarda piu’ di 300 miila organizzazioni ass...

Veneto: rivedere l’applicazione dei nuovi LEA

«Le disposizioni attuative di quella Deliberazione di Giunta Regionale rischiano di determinare ripercussioni negative sulle persone con disabilità che richiedono prestazioni di ausili»:

si apre così una lettera con cui la FISH Veneto (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) chiede un incontro all’Assessore alla Sanità e alla Programmazione Socio Sanitaria della propria Regione, per discutere il provvedimento con il quale la Regione stessa ha recepito il Decreto del Presidente del Consiglio che ha fissato i nuovi LEA Sanitari (Livelli Essenziali di Assistenza) … leggi tutto  (s.b. – superando.it)

La Corte Europea conferma: “Nessuna speranza, fate morire il piccolo Charlie”

Ha dieci mesi e una grave malattia genetica: i medici dell’ospedale pediatrico, contro il volere dei genitori che vorrebbero portarlo negli Usa per una terapia sperimentale, hanno chiesto ai giudici il permesso di staccare il respiratore

Permesso accordato in quattro sentenze, l’ultima di ieri. Un caso che ha diviso il paese

E’ un caso che ha diviso l’Inghilterra per lunghi mesi e che con la pronuncia della Corte Europea per i diritti umani di Strasburgo ha raggiunto il suo culmine giudiziario: tirandosi fuori dalla questione, la Corte afferma che non spetta a lei il compito di sostituirsi alle competenti autorità nazionali giacché “le decisioni dei tribunali nazionali sono state meticolose e accurate e riesaminate in tre gradi di giudizio con ragionamenti chiari ed estesi che hanno co...

La rappresentazione delle persone con disabilità nel sistema italiano dell’informazione

I media tendono a rappresentare la persona disabile come eroe o come vittima. Il lessico inoltre cede ancora spesso al politically correct

Per capire “dove stiamo andando” sul fronte dell’inclusione delle persone disabili nella nostra società, è utile guardare anche come se ne parla, ovvero come questa disabilità è comunicata, presentata, trattata. In questo senso, tra i termometri principali c’è quello dei media, ovvero dell’universo di strumenti delegati a raccontare il mondo.

Comprendere il rapporto tra media e disabilità è stato l’obiettivo di un progetto di ricerca portato avanti dalla Fondazione Giacomo Matteotti – Onlus che ha indagato la rappresentazione delle persone con disabilità nel sistema italiano dell’informazione, i cui risultati, raccolti nel Rapporto 20...

Se hai l’Alzheimer l’aspettativa di vita dipende dall’umore dei caregiver

Per i malati di Alzheimer, essere assistiti da persone stressate e depresse è una doppia pena

Al punto da avere, rispetto alla media, una maggiore probabilità di decedere prematuramente. A constatarlo, uno studio dell’Università di Berkeley condotto su un vasto campione di persone affette da questa patologia e sulle loro rispettive famiglie.

Dai risultati, è emerso che un caregiver, sia esso una colf o un parente, se stanco e snervato può abbassare di oltre 14 mesi l’aspettativa di vita del suo paziente … leggi tutto  (di Annalisa Lista / west-info.eu)

Palermo, la protesta degli universitari disabili: “Ridateci l’assistente personale”

Dopo il passaggio di consegne dalla vecchia alla nuova associazione che si occupa del servizio, alcuni ragazzi si sono ritrovati senza l’assistente personale. La replica dell’università: “Vigileremo”. La nuova associazione si difende: “Rispettiamo la legge”

In sella alle loro sedie a rotelle, alcuni con il respiratore alla bocca, sono andati a protestare davanti al centro unico per i disabili dell’università di Palermo, in viale delle Scienze, per chiedere di ripristinare subito il servizio dell’assistente igienico-sanitario personale: “Non è più garantito l’assistente individuale – lamentano – come invece prevede la carta dei servizi d’Ateneo per gli studenti disabili.

La nuova associazione che si occupa del servizio ne garantisce solo uno ogni cinque disabili” … leggi tutto  (di GIU...