Daily Archives 14 luglio 2017

Permessi 104. Il lavoratore che assiste un familiare che beneficia dei permessi per se stesso

La circolare Inps 37 del 18 febbraio 1999 chiarisce le condizioni per la fruizione dei giorni di permesso richiesti da due beneficiari

Non esistono disposizioni recenti in merito, il caso viene affrontato solo nella circolare Inps 37 del 18 febbraio 1999 (punto 1 A). Il lavoratore potrà fruire dei giorni di permesso Legge 104/92 per assistere il familiare con grave disabilità che già fruisce dei permessi Legge 104/92 per se stesso. Nella circolare vengono individuate due condizioni:

  • che il lavoratore con grave disabilità abbia una effettiva necessità di essere assistito. Tale necessità deve essere valutata dal medico competente;
  • che nel nucleo familiare non sia presente un altro familiare non lavoratore in condizione di prestare assistenza … leggi tutto  (di Giorgia Di Cristofaro – ...

Arriva il guanto che traduce la lingua dei segni in testo

Dopo il guanto che traduce la lingua dei segni in suoni, arriva quello che la converte in testo scritto

Il prototipo è stato sviluppato dai ricercatori dell’Università della California a partire dalla lingua dei segni americana. Si tratta di un guanto dotato di sensori altamente sofisticati … leggi tutto  (di Annalisa Lista / west-info.eu)

Disabili e fuoristrada: alla scoperta di luoghi “inaccessibili” (video)

Si moltiplicano le iniziative volte a far vivere la montagna alle persone con limitazioni sensoriali, motorie o intellettivo-relazionali

Dopo l’esperienza lanciata l’anno passato dall’associazione Sport disabili Sestriere – Freewhite e Fiat autonomy che ha portato, a inizio settembre, un gruppo di disabili a scoprire in fuoristrada le Montagne Olimpiche e Paralimpiche di Sestriere e quella successiva che ha fatto conoscere le terre dei vini, tra Langhe, Roero e Monferrato … leggi tutto  (di  – corriere.it)

Yulissa, la prima istruttrice di zumba con sindrome di Down

Il percorso della 25enne da allieva ad insegnante della travolgente disciplina sportiva

#Yulissa Arescurenaga è una giovane peruviana trapiantata negli Stati Uniti, ha 25 anni ed è decisamente determinata e inarrestabile. La ragazza ha la #sindrome di Down ma questo non le ha mai impedito di inseguire i suoi sogni e di realizzare obiettivi davvero soddisfacenti.

Sin dalla tenera età, Yulissa ha perso la testa per la musica e il ballo e queste passioni non solo le hanno migliorato la vita ma l’hanno soprattutto spinta a trovare un’occupazione dinamica e divertente, che l’ha portata ad essere fonte di ispirazione per un gran numero di persone … leggi tutto  ( – blastingnews.com)

ProACT: una settimana dedicata alle nuove tecnologie per la cura socio-sanitaria integrata

Si è concluso oggi il Consortium Meeting del progetto europeo ProACT, finanziato dal programma Horizon 2020, organizzato a Bologna da AIAS Bologna onlus e ASP Città di Bologna, i due partner italiani di un network europeo guidato dal Trinity College di Dublino

I lavori sono iniziati martedì 4 luglio, nella sede ASP di via Marsala 7, con un seminario aperto alla cittadinanza: “Connected and integrated care? Servizi socio-sanitari partecipati, di qualità e sostenibili in una società che cambia. Il possibile ruolo delle tecnologie.”

Alla riflessione sui temi del progetto  hanno portato contributi di estrema attualità ed interesse un’ampia presenza di stakeholder locali.

I lavori, aperti da Gianluca Borghi, amministratore unico di ASP, sono seguiti con interventi dal mondo della ricer...

Gli invalidi in cucina? Preparano il proprio futuro

Storie di ordinaria quotidianità, come molte di quelle che l’Anmil, l’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, raccoglie ogni giorno. Le abbiamo raccolte sul numero del magazine in distribuzione

La frase è dello chef stellato Heinz Beck, tedesco d’origine ma che ha trovato nelle prelibatezze italiane motivo d’ispirazione e successo, e invita a qualche riflessione: «Cucinare non è mangiare. È molto di più. Cucinare è poesia».

Tra i fornelli sono nate passioni e grandi rivalità. Ma c’è anche chi, fra i tegami, ha ritrovato la speranza e, forse, una nuova ragione di vita. Sono storie di ordinaria quotidianità, come molte di quelle che l’Anmil, l’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, raccoglie ogni giorno

La sclerosi multipla nasce nell’intestino, nuova pista italiana

Gli scienziati del San Raffaele di Milano svelano un possibile ruolo chiave della flora batterica

La sclerosi multipla potrebbe nascere nell’intestino. A indicare la nuova ‘pista’ è uno studio dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano, che svela un possibile ruolo chiave del microbiota nell’origine della malattia neurologica. Il lavoro, finanziato dall’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) e dalla sua Fondazione Fism, è pubblicato su ‘Science Advances‘ e ha scoperto un legame tra l’anomalia della flora batterica intestinale, l’attività del sistema immunitario e l’andamento della patologia.

“Nell’intestino dei pazienti colpiti da sclerosi multipla recidivante-remittente“, la forma che alterna crisi e recuperi, “durante le fasi che precedono la riattivazione della malattia si os...

Autismo, ADHD, DSA: i punti di forza delle persone neurodiverse

Un’organizzazione diversa del cervello e della mente non significa solo svantaggi, ma anche possibilità, spesso però trascurate

Nei giorni scorsi è stato pubblicato un interessante articolo su State of mind dal titolo Neurodiversità: le variazioni neurali sono un ostacolo o una risorsa? Il pezzo si concentra sul concetto di neurodiversità ed evidenzia come sia stato dimostrato che la neurodiversità alla base di alcuni disturbi, come l’autismo e l’ADHD, possa determinare anche dei vantaggi e non solo deficit. Vediamone gli aspetti più significativi.

Il termine neurodiversità, nato negli anni ’90 all’interno dei movimenti per i diritti delle persone autistiche, fu utilizzato per la prima volta dalla sociologa australiana, con sindrome di Asperger, J. Singer, con l’intento di sp...

Sulla mia vettura non salgono animali, punto e basta!

Si arricchisce purtroppo di un nuovo capitolo la triste saga degli episodi riguardanti coloro che non permettono, a chi possiede un cane guida, di entrare in un ristorante, di prendere un taxi o di salire sul treno, nonostante “antiche” Leggi dello Stato dichiarino il diritto per le persone con disabilità visiva di accedere con il proprio animale a tutti gli esercizi aperti al pubblico

L’ultima di tante vicende, sulla quale ha preso posizione l’UICI di Torino, è quella di un tassista rifiutatosi di far salire a bordo del proprio mezzo una persona cieca, accompagnata dal cane guida … leggi tutto  (L.M. e S.B. – superando.it)

“Parloma”, ecco il “telefono” per chi non vede e non sente

Il progetto dell’Alta Scuola Politecnica dei Politecnici di Milano e Torino per la comunicazione a distanza tra persone sordocieche: il sistema è in grado di trasferire in remoto la lingua dei segni tattili

Anche chi non vede e non sente potrà presto comunicare telefonicamente: è quanto promette il progetto “Parloma”, dell’Alta Scuola Politecnica dei Politecnici di Milano e Torino (ASP). Il sistema è in grado di trasferire in remoto la lingua dei segni tattili (la versione tattile della lingua dei segni normalmente utilizzata dalle persone sorde ma vedenti).

Concretamente, il mittente sordocieco comunica tramite la lingua dei segni tattili, il sistema cattura il segno, lo elabora digitalmente e, attraverso il web, lo recapita al destinatario anche lui sordocieco ,sempre in form...

Inclusione scolastica, Anffas onlus avvia campagna di monitoraggio

L’associazione ribadisce che “l’inclusione scolastica è un diritto, non un miraggio o una gentile concessione”. Avviata una campagna di monitoraggio su tutto il territorio per la tutela dei diritti degli studenti con disabilità

Manca poco più di un mese all’avvio dell’anno scolastico 2017/2018 e come avviene ormai costantemente, le domande che si pongono tutti gli studenti con disabilità e le loro famiglie restano invariate: le ore di sostegno assegnate a mio figlio saranno quelle di cui ha realmente necessità e soprattutto saranno garantite?

I miei diritti di alunno saranno rispettati? Potrò andare in gita con la mia classe senza problemi? Il PEI – Piano Educativo Individualizzato, sarà redatto nei tempi e rispettato? … leggi tutto  (superabile.it)

7 consigli per prendersi cura di un malato d’Alzheimer in estate

D’estate, prendersi cura di un familiare con l’Alzheimer diventa più difficile

Le alte temperature, il venir meno di una certa quotidianità e minori formalità, infatti, possono creare non pochi problemi, sia al malato che al suo caregiver. Bisogna tenere presente soprattutto che la stanchezza, le vertigini e la spossatezza provocate dal sole in un anziano con demenza, di per sé più fragile, hanno ricadute più gravi e per questo è necessario prendere maggiori precauzioni rispetto agli altri mesi dell’anno.

Per aiutare chi si occupa delle persone che soffrono di questo morbo, gli esperti della Rsa lombarda Villaggio Amico hanno deciso di diffondere 7 semplici consigli per una gestione pratica delle problematiche:

1. Dare spesso da bere al malato anche se non lo chiede … leggi tu...