Monthly Archives dicembre 2017

Il Paese Ritrovato: un “villaggio” per anziani affetti da demenza

A Monza, la cooperativa sociale Meridiana ha dato vita ad un progetto innovativo per anziani non autosufficienti

La cooperativa sociale Meridiana nasce a Monza nel lontano 1976 come associazione di volontariato con l’obiettivo di garantire il benessere dei cittadini più anziani visti come parte attiva e valore aggiunto alla vita di comunità. Per raggiungere questo obiettivo nel corso degli anni la cooperativa sociale ha iniziato a gestire numerosi servizi tra centri diurni, centri polifunzionali, residenze e un hospice; non ha però tralasciato la sperimentazione di nuovi servizi innovativi come “Il Paese Ritrovato”, nuova unità d’offerta rivolta a persone anziane con forme di demenza o affette da sindrome di Alzheimer.

 Un villaggio per gli anziani con demenza

Gli operatori de...

Una spada di Damocle sulla testa

Tutti noi viviamo con una spada di Damocle sulla testa, ma non ci pensiamo troppo. Quando hai una malattia come la sclerosi multipla, però, hai maggiore consapevolezza e sai che domani lei potrebbe tenderti un agguato. Tuttavia, la forza sta nell’imparare a gestirla. Ecco la storia di Serena

Nell’ Agosto 2013 mi sono svegliata e la mano ed il piede destro non rispondevano ai comandi. Ho chiamato subito il neurologo che aveva seguito mio papà – morto un mese prima – e quando dopo tre giorni mi ha visitato, sembravo perfettamente operativa. Però gliel’ho detto, che non mi sentivo bene, che mi dovevo concentrare per far funzionare la mano, allora mi ha fatto la risonanza … leggi tutto  (giovanioltrelasm.it)

LA PRIMA VOLTA : DISPERAZIONE E ILLUSIONE DI UN RAGAZZO DISABILE (video)

La prima volta: disperazione e illusione di un ragazzo disabile, un monologo interpretato da Giovanna Chicco di Ability Channel,

tratto liberamente da una lettera della mamma di un ragazzo disabile, che deve affrontare per la prima volta il desiderio sessuale e la ricerca dell’amore da parte del figlio … leggi tutto  (abilitychannel.tv)

Clownterapia, arriva la prima legge in Italia

Dal 5 gennaio sarà in vigore la nuova legge della Regione Puglia, unica nel suo genere nel nostro Paese. Disciplinerà sia “terapia del sorriso” sia la figura professionale chiamata a svolgere tale attività: il “clown di corsia”

Pubblicata sul supplemento n.144 del 21 dicembre 2017 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia (BURP) la Legge Regionale n.60 del 20 dicembre 2017, ovvero la prima norma in Italia che disciplina la Clownterapia. Tale norma sarà in vigore dal 5 gennaio 2017, ovvero dopo quindici giorni dalla sua pubblicazione. Sono stati stanziati per il 2017 €120.000,00; mentre per gli anni successivi gli importi che la Regione Puglia metterà a disposizione per svolgere tale attività, verranno definiti dalla legge di Bilancio. La norma regionale ha definito sia ...

Pippo, campione paralimpico, e i suoi piccoli arcieri: “Fiero di allenare”

Medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Sydney 2000 nel tiro con l’arco, l’atleta siciliano è stato vittima di un incidente sul lavoro in itinere. A Ragusa ha fondato una società sportiva per giovanissimi, che allena con passione insegnando loro a fare centro

Sono ancora molto giovani ma promettono bene e hanno già vinto dei titoli partecipando a gare regionali e nazionali. Alla guida dei piccoli Arcieri mediterranei, con grande tenacia e passione, c’è Pippo Carrubba, atleta paraplegico di 55 anni, medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Sydney nel 2000. La sua storia è raccontata nel numero di dicembre 2017-gennaio 2018 del magazine Superabile Inail … leggi tutto  (redattore sociale)

Rifinanziato bonus per assunzioni disabili

Aggiunti altri 58 milioni utili a finanziare lo sgravio contributivo per le aziende che assumono lavoratori con disabilità

Con decreto  interministeriale dello scorso 29 settembre, il Ministero del Lavoro ha rifinanziato il bonus INPS sulle assunzioni dei lavoratori con disabilità.

E’ stato infatti aggiunto al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili  un ammontare di 58 milioni di euro per sostenere lo sgravio contributivo (che può andare dal 35% al 70%), della durata di tre anni, di cui possono godere le aziende per assunzioni a tempo indeterminato di persone con disabilità relative all’anno 2017.
Questi fondi vanno ad aggiungersi alla quota (giù andata esaurita lo scorso maggio, come segnalato dall’INPS) dei 15 milioni inizialmente stanziati … leggi tutto  (disabili.com)

Servizio civile universale, 960 volontari al fianco di grandi invalidi e ciechi

Fino al 6 marzo 2018 gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale, agli albi regionali e delle province autonome e all’albo del servizio civile universale potranno presentare i loro progetti. La soddisfazione del sottosegretario Luigi Bobba

“La pubblicazione di questo ulteriore avviso per l’avvio di progetti che consentiranno l’impiego di quasi nuovi mille volontari è una ulteriore conferma dell’impegno del governo a dare risposte concrete ai cittadini che necessitano di maggior sostegno”. Così il sottosegretario di Stato al ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Luigi Bobba, ha commentato l’avvio della prima fase dei progetti di servizio civile per l’impiego di 960 volontari in attività di accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili.

Pr...

“Inviati Speciali”: su Rai3 le storie che non ti aspetti

Dal 1 al 5 gennaio alle 20,15 Rai3 manda in onda un programma che racconta storie forti e cariche di umanità, senza cedere al buonismo. Giornalisti e protagonisti hanno in comune la disabilità: “Storie che toccano il cuore, ricche di umanità e di abilità diverse”

Cinque inviati speciali che raccontano cinque storie particolari, vicende umane forti narrate senza buonismo e con grande professionalità. Si chiama “inviati speciali” ed è un nuovo programma, in onda per cinque puntate alle 20.15 su Rai3. Appuntamento dal 1 al 5 gennaio, per un inizio 2018 all’insegna del racconto.

Il racconto di “Inviati speciali” comincia in una redazione giornalistica, quando i vari giornalisti presenti animano una riunione di redazione discutendo le varie proposte arrivate all’attenzione...

Jason Becker: una storia di musica che va al di là della musica

Dotato di grande talento, tra gli Anni Ottanta e Novanta Jason Becker era diventato uno dei chitarristi hard rock più noti del mondo. Poi la diagnosi di SLA (sclerosi laterale amiotrofica) che lo fece entrare in un cono d’ombra, con la prospettiva di pochi anni da vivere ancora

«Oggi – scrive Stefania Delendati – la lotta quotidiana di Jason continua, tra momenti di sconforto, disillusione, stanchezza. Ma dopo oltre vent’anni da quella diagnosi infausta, Jason Becker è ancora tra noi, a raccontarci una storia di musica che va al di là della musica. E tutto questo è molto rock!» … leggi tutto  (di Stefania Delendati – superando.it)

I disabili qui vivono reclusi

La difficoltà di muoversi a Napoli per le innumerevoli barriere architettoniche

Vivere in una grande e bella metropoli come Napoli, è un privilegio che però può diventare una condanna per quanto riguarda la sua evidente disorganizzazione urbana. Il problema è ancora più difficile se un cittadino è diversamente abile. Avete mai provato a fare un giro per la città su una sedia a rotelle?

Vi posso garantire che è un’esperienza quasi olimpionica, poiché bisogna fare lo slalom tra auto parcheggiate male o addirittura in seconda fila e nei posti riservati ai disabili … leggi tutto  (VALERIA MUOLLO SODANO – repubblica.it)

Altre notizie

I disabili salutano questo Parlamento, di cui non sentiranno la … (il fatto quotidiano)

Venerdì 29, il Luna Park si apre ai disabili con la tradizionale merenda (il secolo XIX)

Due sedie a rotelle donate ai disabili dal Club enologico (l’arena)

Disabili gravissimi, Musumeci: ”stiamo facendo quello che ci hanno … (palermomania.it)

Sì all’esercizio provvisorio “light” Via le norme su disabili e precari (live sicilia)

Disabili beffati da automobilisti cafoni (notiziaoggi vercelli)

Il mondo è diverso visto dai bambini con dislessia

Nella percezione del mondo dei bambini con dislessia i dettagli precedono le informazioni globali. E’ il risultato di una nuova ricerca condotta da Università di Padova, Bergamo e IRCSS Medea

Sulla rivista Scientific Reports è stato appena pubblicato uno studio tutto italiano capace di sfidare il concetto di dislessia dominante fino ad ora. Un team delle Università di Padova, di Bergamo e dell’IRCSS Medea ha condotto una serie di esperimenti su 350 bambini da cui è emerso che la percezione dei fanciulli con dislessia sia diversa rispetto a quella di chi ha uno sviluppo tipico … leggi tutto  (disabili.com)

Caregiver, appello a Mattarella: non sciolga le Camere prima della legge

La richiesta del Coordinamento nazionale famiglie disabili diventa un “mail bombing” diretto al presidente della Repubblica: “Una legge giusta per i caregiver familiari, che contenga sostegni concreti e vere tutele, subito! L’Italia è l’unico paese a non averla”

Non solo la legge per la cittadinanza, ma anche quella per il caregiver familiare: è un appello accorato ma non disperato quello che il Coordinamento nazionale famiglie disabili sta rivolgendo in queste ore al presidente della Repubblica Mattarella, affinché rinvii lo scioglimento delle Camere, fin quando non sarà approvata l’attesissima legge sui caregiver familiari … leggi tutto  (cl – redattore sociale)

Ezio e Pierpaolo: mai sgualcire il fiore

«Nelle sue “inchieste morali” su Raitre – scrive Simonetta Morelli – Domenico Iannacone indaga con rispetto e delicatezza qualsiasi anfratto dell’esistenza umana o ambientale, considerando che l’ambiente è un’estensione umana e che le persone soffrono l’ambiente in cui vivono immerse

O ne vengono salvate, soprattutto se hanno una disabilità, che si tratti di Pierpaolo Martino o di Ezio Bosso. L’importante, come dice lo stesso Iannacone, è “non sgualcire mai il fiore”» … leggi tutto  (di Simonetta Morelli – superando.it)

Luca Tartaro, psicologo e sclerotico molto popolare sul web, è ospite oggi di Sclerotica con un bel racconto

Da tempo volevo dare spazio ai miei colleghi sclerotici conosciuti sui gruppi Facebook. Ho il piacere di iniziare oggi con Luca Tartaro, psicologo e scrittore di Milano. Ho scelto questo racconto perché parla di una incidente molto comune a quasi tutti gli sclerotici una caduta! Auguri e buona lettura!

DOPO LA CADUTA

Dio, che botta!… Rotto qualcosa?… A parte il colpo alla testa, niente di grave…Non c’è sangue, niente, anche questa volta l’ho scampata… imparare a cadere è un’arte…Chiamatemi Gommolo.
Per qualche minuto meglio che resto a pancia in giù sul pavimento freddo con gli occhi chiusi… mentre mi riprendo penso che non sarò sempre così fortunato ma dai, un incidente banale, non facciamola tanto grave…...