Daily Archives 5 dicembre 2017

Dopo di noi, ecco la prima Relazione al Parlamento

L’analisi di tutte le programmazioni regionali in 280 pagine. Il 55% delle risorse va a percorsi che sostengono l’abitare autonomo (lettere a e b), il 30% delle risorse alle soluzioni alloggiative innovative (lettera d). Le minori entrate legate alle agevolazioni fiscali? Resteranno nel Fondo per il Dopo di Noi

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha inviato al Parlamento la prima Relazione sullo stato di attuazione della legge 112/2016 recante “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”, il cosiddetto “Dopo di noi”. La legge, in vigore dal giugno 2016, ha introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento specifiche tutele per le persone con gravi disabilità quando viene meno il sostegno familiare … leg...

Ricoveri temporanei e compatibilità con la Legge 104/92

Quali sono le eccezioni che consentono di usufruire dei permessi ex L.104/92 anche in caso di ricovero?

Torniamo sulla questione Legge 104 e permessi correlati. Di seguito abbiamo affrontato la questione a partire dalla domanda di una lettrice. Risponde l’avvocato Roberto Colicchia.

Buongiorno, ho mia madre invalida ricoverata in ospedale per frattura scomposta omero e femore in attesa di intervento. Io ho la Legge 104/92 ma mi dicono che non ne posso usufruire, il problema è che lei non puó mangiare da sola e in ospedale mi hanno detto che loro la aiutano se hanno tempo.  Ho chiesto se mi scrivevano sul certificato di ricovero che ha bisogno di assistenza ma mi é stato negato, che altro posso fare? E’ vero che anche per ricovero temporaneo non posso usufruire della Legge 104? 

Disabili, Roberto Gandini: “A teatro, più sei diverso più funzioni”

Disabili: il teatro favorisce l’inclusione, e può rappresentare una buona soluzione ai molteplici problemi esistenti. Ne abbiamo parlato, a #genitorisidiventa su Radio Cusano Campus, con Roberto Gandini, direttore del Laboratorio Gabrielli del Teatro Argentina

Il laboratorio lavora con una compagnia teatrale composta da ragazzi normodotati e diversamente abili, esiste da vent’anni, e alcuni dei partecipanti hanno trovato lavoro grazie a quest’attività.

Il teatro prima della terapia

“Credo che il teatro come forma di vita, e culturale, esisteva prima della terapia, prima della psicologia, ha in sé la cura, la comunicazione, tante cose. Abbiamo degli effetti terapeutici dal fare teatro, ma non facciamo terapia, che è scientificamente molto delicata … leggi tutto  (tag24.it)

Dj Fabo, al processo Cappato la madre in lacrime: “Gli ho detto vai Fabiano, voglio che tu vada”

Davanti alla corte d’assise il procedimento per istigazione al suicidio. In aula sentita anche la fidanzata: “Per lui è stata una vittoria”. Tra i testi anche il medico di Welby

Non è riuscita a non piangere ricordando quei momenti, quando il figlio dopo aver gridato a tutta l’Italia il suo dramma e chiamato in causa la politica ha deciso per il suicidio assistito in una struttura svizzera.

“Gli ho detto vai Fabiano, la mamma vuole che tu vada”...

Visite accertamento invalidità minorenni – Protocollo d’intesa per la tutela dei minori disabili

Il protocollo sperimentale per medici di strutture ospedaliere e sanitarie permetterà di acquisire fin da subito gli elementi di valutazione medico legale, evitando al minore ulteriori esami e accertamenti

È stato pubblicato il protocollo sperimentale di intesa sottoscritto dall’INPS e dagli ospedali Bambino Gesù di Roma, Gaslini di Genova e dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze, volto a ridurre il disagio dei minori disabili e delle loro famiglie nell’iter sanitario per il riconoscimento delle prestazioni assistenziali di invalidità e di handicap alle quali hanno diritto … leggi tutto  (di Gabriela Maucci – superabile.it)

Aifi raggiunge i 10.000 iscritti, Tavarnelli: “Orgoglio e responsabilità”

Quota 10mila raggiunta: tanti sono i professionisti che si sono già iscritti all’AIFI, l’Associazione Italiana Fisioterapisti

“E’ un traguardo che siamo felici e orgogliosi di comunicare- commenta il Presidente Mauro Tavarnelli- Si tratta per noi della dimostrazione di quanto sia migliorato il livello dei servizi offerti ai soci in questi anni.

Questa adesione aumenta la responsabilità nei confronti di colleghi e cittadini, dal momento che costituisce un forte mandato di rappresentanza … leggi tutto  (dire)

L’emozione dei campioni paralimpici da Mattarella, Bebe Vio: “Grazie Sergione” (video)

Non smettono di festeggiare gli atleti paralimpici di scherma vincitori di ben 5 medaglie d’oro, 3 d’argento e 3 bronzi agli ultimi mondiali di Roma 2017

Sono trascorse poche settimane da quelle vittorie e ad attenderli per continuare a celebrarle, è stato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirina … leggi tutto  (di Martina Martelloni – repubblica.it)

Qui il video

Caregiver, Fondo nazionale per chi si prende cura dei familiari. “In Emilia-Romagna la prima legge”

Sessanta milioni in 3 anni. La vicepresidente Gualmini: “L’approvazione all’unanimità in commissione bilancio del Senato dell’emendamento 30 bis, che introduce il primo Fondo nazionale per i caregiver, è una notizia rivoluzionaria. Ed è ciò che volevamo”

“L’approvazione all’unanimità in commissione bilancio del Senato dell’emendamento 30 bis, che introduce il primo Fondo nazionale per i caregiver è una notizia rivoluzionaria”. Lo dichiara la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Emilia-Romagna, Elisabetta Gualmini, commentando la notizia dell’emendamento alla manovra, che istituisce il Fondo destinato a chi presta assistenza a familiari non autosufficienti e gravemente disabili.

“Siamo stati la prima regione a introdurre la legge regionale sui caregiver- sottoline...

Dopo di noi, cosa hanno “in mente” le Regioni: gli “indirizzi programmatici”

Prima relazione al Parlamento sullo stato di attuazione della legge 112/2016: al Nord le risorse andranno soprattutto per realizzare alloggi (37%), al Centro per la deistituzionalizzazione (40%), al Sud per la domiciliarità (fino al 60%)

E’ ancora troppo presto per dire cosa stiano facendo le regioni per il “dopo di noi”, a un anno dall’approvazione della legge. Gli interventi ancora non sono stati attuati, ma in compenso la programmazione è stata fatta e resa nota dalle singole regioni.

Ora, il ministero del Lavoro ha prodotto anche un quadro d’insieme, raccogliendo nella prima Relazione al Parlamento sull’attuazione della legge i diversi documenti programmatici pervenuti dai territori (inclusi come schede nella relazione): “gli indirizzi di programmazione regionali sono stati comun...

Altre notizie

Biotestamento, Renzi rilancia: «Giorni decisivi in Senato» (il messaggero)

Finte malattie per pensioni ai falsi invalidi: arrestati medici e avvocati (repubblica.it)

Disabili, Daita: bene ricordare, ma occorre agire (rassegna.it)

La parafilia “Devotee” e l’attrazione sessuale per i disabili (state of mind)

Bologna, la storia di Leonardo: primo volontario della protezione civile in carrozzina

“Siamo sempre noi ad avere bisogno, ora sono io ad aiutare gli altri”. Inaugurato a Sasso Marconi il primo camper dell’assistenza pubblica per le emergenze accessibile ai disabili

Le sue ossa sono fragili a causa di una malattia, la osteogenesi imperfetta. E così quante volte da bambino ha fatto su e giù dall’ambulanza della pubblica assistenza. “Mi rompevo qualcosa ogni sei mesi”. Ora Leonardo Santoli ha 34 anni e continua a salire sui mezzi di emergenza. Con la carrozzina, che lo accompagna da quando è nato. Ma da volontario.

Si occupa di assistenza sanitaria e protezione civile, va sul campo in caso di terremoti ma anche per concerti, grandi manifestazioni e raduni nelle piazze. “Siamo sempre noi disabili ad avere bisogno di trasporto, di aiuto...

È questa nostra società che va “riabilitata”, non le persone con disabilità!

«C’è la preoccupazione – scrive Gianluca Rapisarda – che spenti i riflettori sulla Giornata del 3 Dicembre, la disabilità torni ad occupare il solito e desolante ruolo marginale e settoriale

Manca infatti, nel ”sistema Italia”, una visione capace di programmare a medio e lungo termine in favore delle persone con disabilità. Per questo credo che non sia la persona con disabilità, ma la nostra società, a dover essere “riabilitata”, perché disabili non si nasce, ma lo si diventa ogniqualvolta si viene esclusi, emarginati, discriminati nell’esercizio dei propri inalienabili diritti» … leggi tutto  (di Gianluca Rapisarda – superando.it)

Disabili. Italia sotto la media UE per le indennità di invalidità

La percentuale delle prestazioni di invalidità raggiunge in media il 7,3% della spesa complessiva per la protezione sociale, ma varia significativamente tra gli Stati membri dell’Ue

Si passa dai Paesi che vi dedicano più del 10%: Danimarca (12,9%), Croazia (12,2%), Svezia (12,0%), Estonia (11,8%), Lussemburgo (11,4%) e Finlandia (10,9%). A Paesi sotto il 4%: Cipro (3,2%) e Malta (3,7%). L’Italia sta in mezzo con il 5,9%, poco sotto Irlanda e Regno Unito (entrambi al 6,0%) … leggi tutto  (quotidiano sanità)