Daily Archives 1 febbraio 2018

Disabili, malattia del motoneurone: Fontana racconta 4 storie che insegnano come non si è mai “sconfitti in partenza

Le regole dei motoneuroni, edito da Mondadori, è il primo libro di Alberto Fontana, da oltre vent’anni impegnato nell’associazionismo italiano delle persone con disabilità. Affetto da atrofia muscolare spinale, l’autore tratteggia la sua vita e la intreccia con quella di altre quattro persone: “Ogni storia che ho incontrato e ho vissuto mi lascia la consapevolezza che vale la pena giocare la propria vita”

Ogni storia che ho incontrato e ho vissuto mi lascia la consapevolezza che vale la pena giocare la propria vita, con le sue regole e le sue strategie, come negli scacchi, ciascuno alla ricerca del proprio ruolo, insieme agli altri pezzi”. Queste sono alcune delle parole che Alberto Fontana ha scritto nel suo libro Le regole dei motoneuroni, edito da Mondadori...

Disabile: come trovare lavoro

Ti viene accertata una disabilità: non è tutto perduto. Puoi ancora lavorare. Devi solo armarti di buona volontà e metterti a  cercare. E lo Stato ti aiuta

In tempi di forte disoccupazione, di stage sfruttati, di finte partite iva con gli stessi doveri dei dipendenti, di collaborazioni sporadiche, di licenziamenti collettivi e chiusure aziendali per delocalizzazione, dovremmo fare di tutto per riportare al centro il vero senso del lavoro, che di per sé è un fattore importantissimo per la vita dell’uomo … leggi tutto  ( – laleggepertutti.it)

Assistenza familiare in Piemonte, un bando per costruire nuove reti territoriali

La Regione Piemonte inaugura una nuova strategia per sostenere famiglie e assistenti familiari

Con la Determina Dirigenziale (DD) n. 1346 del 27 dicembre 2017 la Regione Piemonte ha lanciato una nuova politica di promozione dell’assistenza familiare, denominata “Intervento di sistema sul territorio regionale per la realizzazione di servizi integrati nell’area dell’assistenza familiare mediante reti territoriali”.

Questa misura si pone l’obiettivo di favorire sul territorio regionale l’implementazione di un sistema integrato che sostenga famiglie e assistenti familiari (o ‘badanti’) coniugando politiche per la parità di opportunità, politiche sociali, politiche attive del lavoro e della formazione professionale.

Il bando è stato elaborato in continuità con le buone prati...

Patente e sclerosi multipla: un rinnovo tutt’altro che semplice!

Il rinnovo della patente per chi ha la sclerosi multipla. Un’operazione che sembra da subito semplice, ma che poi si rivela essere più complicata del previsto. Una testimonianza che può essere utile a chi deve affrontare questo passaggio

Qualche mese fa ho dovuto affrontare il mio primo rinnovo di patente.

Ho quasi 29 anni e per una persona “normale” questa operazione avviene ogni 10 anni. Per noi “speciali” ogni due. Ma tutto ciò l’ho scoperto giusto in questa occasione. Mi spiego meglio … leggi tutto  (giovanioltrelasm.it)

Il tutorial di Primavera Paralimpica – dall’incidente alla rinascita

Davide Giozet, capitano tetraplegico  della Nazionale di Rugby in carrozzina, Stefano Travisani, paraplegico e campione mondiale di tiro con l’arco  e Giada Rossi, medaglia di bronzo a Rio 2016

Questi campioni dello sport paralimpico ti spiegano attraverso le loro personali esperienze qual è il percorso che porta un paziente dallo stato di degenza in ospedale fino alla pratica sportiva e, perché no, alle Paralimpiadi … leggi tutto  (abilitychannel.tv)

I commessi con sindrome di Down che vendono frutta sotto lo stadio

Si chiama “Fuori di Zucca” il negozio che ha appena riaperto sotto il “Menti” di Vicenza: prodotti di stagione, locali e di qualità, così come il servizio. Un progetto di A.Gen.Do, premiata come Associazione dell’anno 2017 dal Csv provinciale

Sotto agli spalti dello Stadio Menti di Vicenza c’è un negozio speciale: si chiama “Fuori di Zucca”. Chi vi entra, può trovare la verdura più buona, la frutta di stagione e tanti prodotti biologici e garantiti, preferibilmente di origine locale … leggi tutto  (paolo meneghini)

Italia scopre arma che ripara il Dna

La scienza italiana affila le forbici molecolari dell’editing genetico, facendo del ‘taglia e incolla’ del genoma un’arma di altissima precisione per curare il Dna malato

Il Cibio, Centro di biologia integrata dell’università di Trento, annuncia su ‘Nature Biotechnology’ la creazione di ‘evoCas9‘, “una variante della molecola Crispr/Cas9 più sicura e affidabile di qualunque altra finora descritta, che effettua il taglio di Dna soltanto nel punto voluto”, spiega l’autrice senior del lavoro, Anna Cereseto.

Ora l’obiettivo medico è usare la metodica contro il cancro e altre malattie, quello economico è valorizzare il brevetto generando ricadute sul territorio … leggi tutto  (adnkronos)

A Roma un assegno di 800 euro al mese per disabili gravi e sostegno per i caregiver familiari

La sperimentazione durerà dodici mesi e prevede due diversi tipi di contributo economico. Prevista una graduatoria unica cittadina tramite valutazioni formulate dai servizi sociali

A Roma avviata una sperimentazione della durata di 12 mesi  che vedrà l’erogazione di un assegno di cura di 800 euro o, alternativamente, un contributo di 700 euro mensili per il caregiver familiare che si prende cura della persona con gravissime disabilità … leggi tutto  (disabili.com)

Amministratore di sostegno, al via il registro digitale che semplifica l’iter di nomina

Attraverso questo registro ogni notaio, e in prospettiva ogni giudice, potrà facilmente e velocemente verificarne l’esistenza, assicurando così maggiore tutela alla volontà della persona. Finora si poteva accedere agli atti di designazione solo attraverso la produzione diretta al giudice di una copia dell’atto

L’amministratore di sostegno è un istituto introdotto nel nostro Paese dalla Legge 6/04, per superare le – assai più rigide – forme precedenti dell’inabilitazione e dell’interdizione. Con il mese di gennaio 2018, come ricorda il Consiglio nazionale del notariato, è entrato in funzione il registro digitale degli atti di designazione degli amministratori di sostegno (Ads).

Si tratta del Registro pubblico sussidiario per gli atti di designazione degli amministratori di soste...

Disabilità, lo “spazio” dove i bambini (e i genitori) imparano a giocare

L’associazione milanese L’Abilità nel 2000 ha aperto uno “Spazio Gioco” attrezzato: in 17 anni ha accolto 270 bambini (da zero a 10 anni). Rossoni: “Dopo la diagnosi partono subito i percorsi terapeutici, ma il gioco non viene considerato”

Non occorrono particolari marchingegni, né trovate spettacolari. I materiali sono semplici. I birilli sono realizzati con bottigliette riempite di materiali diversi, così da creare ciascuna un suono particolare. Il tavolino ha al centro un vetro con sotto una luce, per permettere ai piccoli ipovedenti di distinguere meglio le forme delle macchinine o di altri giochini.

Dietro a queste soluzioni semplici, però, ci sono tanto studio, una formazione costante, creatività e passione a non finire. E un’idea forte: ogni bambino ha diritto di giocare, qualu...

Bagno accessibile: cinque cose da non fare mai

Persone con disabilità che diventano una sorta di “terzo sesso”, maniglioni mancanti o messi male, accessori fuori portata, dimensioni sbagliate e soprattutto il punto concettualmente più importante: «Pensare a quello che si sta facendo, a chi è l’utente, a quali sono le sue necessità e i suoi bisogni, e alle possibili soluzioni per migliorare la fruibilità ambientale»

In cinque punti, il gruppo di lavoro di Architutti, che si ispira ai princìpi della progettazione universale, fotografa le cose da non fare, per avere un bagno realmente accessibile a tutti … leggi tutto  (s.b. – superando.it)

Altre notizie

Napoli, Gigi D’Alessio si esibisce per i disabili della Tanzania (pupia)

«Adeguare i musei a misura anche dei disabili» (la sicilia)

Disabili, il contributo sarà diretto Via libera in commissione Salute (live sicilia)

Disabili più sicuri: stanziati 400.000 euro per l’abbattimento delle … (padovaoggi)

Rubata rampa disabili dall’auto, la denuncia su Facebook: “Ora nostra figlia non può andare all’asilo” (repubblica.it)