Daily Archives 6 aprile 2018

I furbetti del permesso “Adottati dai disabili per evitare di lavorare”

Sicilia, la denuncia di Musumeci: in Regione 2.350 su 13mila sfruttano la legge 104

L’ultima frontiera dei furbetti del pubblico impiego? Farsi adottare da un anziano, purché malato o disabile.

Il tutto per starsene a casa, pagati, tre giorni al mese, come previsto dalla legge 104. A raccontare la folle strategia è Nello Musumeci, presidente della regione Siciliana, che ieri in un incontro con i giornalisti si è sfogato per un fenomeno che, a quanto sostiene il governatore, avrebbe una vasta diffusione proprio tra il personale dell’amministrazione regionale.

Si tratterebbe di 2.300-2.350 persone, che su 13mila dipendenti della regione Siciliana «pesano» non poco, rappresentando il 18 per cento del totale...

Anziani e disabili, fondi per ascensori

Non uscire di casa, o farlo raramente, potrebbe impedire una normale vita relazionale. Un aiuto concreto arriva dalla Regione Emilia-Romagna, che per la prima volta stanzia dei fondi

Uno stabile senza ascensore può diventare un serio problema per gli anziani, anche autosufficienti, e le persone con disabilità, soprattutto se alle prese con problemi motori. Non uscire di casa, o farlo raramente, potrebbe impedire una normale vita relazionale. Un aiuto concreto arriva dalla Regione Emilia-Romagna, che per la prima volta stanzia dei fondi per installare ascensori e montascale negli stabili di edilizia residenziale pubblica: 2 milioni di euro per il 2018.

Attraverso uno specifico bando, saranno dunque finanziati, oltre a questi interventi, anche lavori per l’abbattimento degli ostacoli prese...

Ti danno la mancia e ti levano il welfare

Più che a misure come il reddito di cittadinanza bisognerebbe pensare a creare nuovo sviluppo. Altrimenti si rischia di dover tagliare qualità e quantità dei servizi

Come è noto, per chi vive negli Stati Uniti, un elemento decisivo nella scelta di un impiego è la copertura assicurativa sanitaria, quella che il datore di lavoro è disposto a pagare. Quali spese mediche ci si può permettere e come farvi fronte è un tema di preoccupazione costante per le famiglie americane.

A differenza che in Europa, infatti, l’accesso alle cure non è garantito a tutti a prescindere dal reddito, ma avviene tramite assicurazione o avendo a disposizione ingenti somme di denaro...

Disabili, percorsi agevolati in ospedale grazie al 118 Emilia Ovest di Parma

Le procedure messe in atto per l’accesso al pronto soccorso del Santa Maria Nuova di Reggio Emilia

Una sorta di “corsia preferenziale” per garantire percorsi sanitari agevolati alle persone fragili e con disabilità. E’ il progetto nato a Reggio Emilia dall’intesa tra Azienda Usl, centrale operativa 118 Emilia ovest e Fondazione Durante e Dopo di Noi onlus, che sarà illustrato sabato al Core in un convegno patrocinato dal Comune.

Tra gli interventi previsti, spiega l’agenzia Dire, c’è in primo luogo l’accesso al Pronto soccorso del Santa Maria Nuova di persone identificate dai servizi sanitari come particolarmente fragili e intolleranti alle attese...

L’innovazione (irreversibile) del secondo welfare

Un modello che si è dimostrato capace di comporre, attraverso una moltitudine di soggettualità, risposte adeguate ai cambiamenti in atto

Il 21 marzo a Salerno, nel corso del convegno “Da Antonio Genovesi al secondo welfare”, Lorenzo Bandera ha presentato i principali contenuti del Terzo Rapporto sul secondo welfare che sono stati successivamente commentati da Paolo Venturi. Con la sua riflessione il direttore di AICCON ha aiutato a comprendere meglio il ruolo che va assumendo il secondo welfare nel nostro Paese e permesso di cogliere in maniera più profonda alcune dinamiche che lo contraddistinguono. Abbiamo chiesto a Venturi di sintetizzare i principali passaggi del proprio intervento per non perderne la ricchezza.

Abbiamo imparato a chiamarlo “secondo welfare” per il suo esser...

Costituita la Consulta per l’integrazione nel pubblico impiego

Tra le altre novità riguardanti le persone con disabilità, la cosiddetta “Riforma Madìa” della Pubblica Amministrazione ha previsto anche l’avvio di una Consulta nazionale per l’integrazione in ambiente di lavoro delle persone con disabilità, della quale, nei giorni scorsi, è stata resa nota la costituzione formale

Tra i vari componenti di essa, vi saranno anche due rappresentanti provenienti da FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) … leggi tutto  (s.b. – superando.it)

Sostegno, Anief: assumere i precari. Inaccettabile che 100mila disabili cambino docenti ogni anno

comunicato Anief – Sono oltre due milioni e mezzo gli studenti che quest’anno si sono ritrovati con un docente diverso rispetto all’anno precedente: è un numero altissimo, che corrisponde ad un iscritto su tre

Ma chi sta peggio sono gli alunni diversamente abili, perché “almeno 100 mila di loro (il 43% dei 233 mila alunni disabili presenti quest’anno nelle classi di ogni ordine di scuola) hanno cambiato il docente di sostegno”. La rivista Tuttoscuola ha calcolato come “una spesa per le Casse dello Stato di circa 1.650 euro per alunno disabile permetterebbe la stabilizzazione dei posti di sostegno … leggi tutto  (orizzonte scuola)

In Colombia uno studio pionieristico sull’Alzheimer

Jhon Kennedy non ne fu sorpreso: anche i suoi quattro zii avevano iniziato a perdere i loro ricordi, uno dopo l’altro...

La prima collezione di Tommy Hilfiger per disabili

Con orli regolabili e chiusure magnetiche, sponsorizzata da atleti paralimpici e famose ballerine paraplegiche

L’azienda di moda statunitense Tommy Hilfiger (si pronuncia così) ha messo in vendita la sua prima collezione di abbigliamento per adulti disabili, chiamata “adaptive collection” e disegnata per la primavera 2018. Due anni fa ne aveva proposta una per bambini disabili e aveva annunciato la versione per adulti nell’ottobre scorso, con 37 modelli maschili e 34 femminili.

I vestiti hanno cuciture e cerniere più facili da aprire e bottoni magnetici per sfilarli più facilmente o vestirsi con una mano sola; i pantaloni hanno chiusure in velcro, aperture e orli regolabili per le protesi di braccia e gambe … leggi tutto  (ilpost.it)

«Lavoratori disabili dimenticati dalla politica»

Marcello Faustino: «La situazione è drammatica per questi cittadini. E non fa eccezione nemmeno l’Emilia Romagna, sviluppando iniziative che aiutino le aziende ad assumere i portatori di handicap»

Siamo da Alcuni mesi nel 2018, ma gli effetti del job’s act sulle assunzioni dei disabili nelle aziende, non ancora si percepiscono in Romagna, almeno così mi dicono...

Altre notizie

Disegnano i park per i disabili: multati i volontari parrocchiali di … (la tribuna di treviso)

Nessuna pietà per chi maltratta anziani e disabili (il resto del carlino)

L’hotel caduto in crisi risorge con l’accoglienza ai disabili (l’arena)

Ztl, multe a disabili e veicoli in “lista bianca”: annullati 359 verbali (palermotoday)

Mondo Axia – Blog Le buone prassi: Privacy in bagno

L’ausilio ha l’obiettivo di garantire la privacy in bagno

Permette alle persone che hanno uno scarso controllo del tronco di espletare le proprie funzioni corporee in totale sicurezza e privacy. Significa che una volta sul WC, l’assistente si può allontanare … leggi tutto

Mondo Axia – Riabilitazione neuropsicologica

riabneuropsicoLa riabilitazione neuropsicologica è un intervento che si effettua ai pazienti con disturbo cognitivo-comportamentale conseguente a lesione cerebrale dopo valutazione delle funzioni cognitive del paziente stesso.

Si basa sul concetto di plasticità cerebrale cioè sulla riorganizzazione corticale che avrebbe luogo nel nostro cervello dopo una lesione, riorganizzazione favorita da una specifica stimolazione volta a compensare i deficit.

La natura della lesione può essere vascolare (ictus ischemici o emorragici), traumatica, degenerativa (sclerosi multipla, sd. di Parkinson, deterioramento), virale o neoplastica.

I disturbi trattati possono riguardare le funzioni attentive, visuo-spaziali, mnesiche, esecutive (incapacità di critica, disorganizzazione, difficoltà a risolvere problemi legati...

Axia – Neuropsicomotricità

axia neuropsicomotricitaE’ un intervento a mediazione corporea che utilizza il movimento e la relazione per promuovere la conoscenza di sé, e stimolare lo sviluppo delle competenze motorie, relazionali e simboliche

Nasce come intervento finalizzato al bambino ma essendosi rivelato nel tempo molto utile intervenire sugli aspetti motivazionali del paziente da noi viene utilizzata anche in alcuni casi specifici con anziani traumatizzati o con patologie invalidanti.

logoaxiadef per newsletterLa psicomotricità è particolarmente indicata nelle disarmonie evolutive, nei ritardi o disturbi dello sviluppo psicomotorio, nei casi di goffaggine e disprassia, in situazioni di instabilità, iperattività o inibizione legata a disturbi dell’area affettivo-relazionale...