Medici dicono no a visite ‘a tempo’: “Cronometro non misura cure”

Una visita oncologica? Non può durare più di 20 minuti. Un’ecografia ostetrica o ginecologica? Altrettanto

Mezz’ora, invece, è concessa per una gastroscopia, 35 minuti se occorre fare anche la ‘biopsia di una o più sedi di esofago, stomaco o duodeno’.

Sono solo alcuni esempi tratti da uno dei ‘tempari’ delle prestazioni specialistiche ambulatoriali “che alcune Regioni hanno imposto per decreto, senza consultare i rappresentanti dei medici”, denuncia la Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) che ha votato una dura mozione contro questi provvedimenti di cui chiede il ritiro … leggi tutto  (adnkronos)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>