Educazione professionale, disabilità e “durante e dopo di noi”

Abbiamo intervistato Nicola Titta, Presidente di ANEP, l’Associazione Nazionale Educatori Professionali

L’Associazione Nazionale Educatori Professionali è una delle principali organizzazioni di rappresentanza degli educatori professionali in Italia. Fondata nel 1992 da preesistenti realtà regionali, aderisce a organizzazioni sovranazionali come lInternational Association of Social Educators (AIEJI), che a sua volta è parte della rete European Social Education Training (ENSACT). Gli obiettivi statutari dell’associazione sono rappresentare e sostenere la professione e favorire lo sviluppo e la diffusione della cultura professionale all’interno dei servizi socioassistenziali e sociosanitari.

Abbiamo incontrato Nicola Titta, presidente dell’associazione e membro del board internazionale dell’ AIEJI, per approfondire il punto di vista degli educatori professionali sui temi della disabilità e del “durante e dopo di noi” e comprendere come in Italia si sia sviluppato un modello sociale di disabilità, l’idea che la disabilità sia la relazione tra una persona con certe caratteristiche e una società con una certa idea di normalità, anziché una patologia o una “tragedia personale” leggi tutto  (di Paolo Pantrini – secondowelfare.it)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>