Biotestamento. Se la dignità della vita è bloccata dal Parlamento

Da cinque mesi il testo di legge sul biotestamento è fermo in Senato. Quattro senatori a vita lanciano un appello per dare una risposta al Paese

Le lungaggini burocratiche – quando non l’ostruzionismo deliberato nelle stesse aule parlamentari – spesso agiscono come una sorta di evidenziatori a mettere in luce il divario tra ciò che “accade nei palazzi” e la vita reale.

Quando le decisioni di palazzo però hanno a che vedere con temi delicatissimi, importanti e non più demandabili come il fine vita, il divario si fa anche dolorosamente intollerabile per quanti quella situazione la vivono in prima persona. Conosciamo bene, infatti, la storia tanto di dj Fabo, quanto di Loris Bertocco, per citarne un paio … leggi tutto  (disabili.com)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>