“Niente sta scritto”, tranne il coraggio di Piergiorgio e Martina

Il docufilm racconta le storie parallele della portabandiera azzurra alle Paralimpiadi di Rio 2016 e del giornalista Cattani, affetto dalla distrofia di Duchenne. Il regista Zuin: “Non due eroi, ma due esempi di determinazione”

Lei corre, lui pure. Eppure né lei né lui sono il modello perfetto della mobilità. Martina Caironi, 28 anni, portabandiera azzurra alle Paralimpiadi di Rio 2016, al posto della gamba sinistra amputata dopo un incidente ha “Berta”, “la protesi per andare a ballare con le amiche, metto invece Cheeta quando devo andare più veloce del vento” … leggi tutto  (ALESSANDRA RETICO – repubblica.it)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>