Thelma & Louise del reparto

«Dai, facciamoci una liquirizia!» Questa la frase di rito tra Giovanna e Annalida, quando sistemavano e frenavano al meglio le loro carrozzine nel porticato del giardino dell’ospedale

Speculari nell’aspetto, una bionda e l’altra bruna, una magra ed elegante, l’altra cicciottella e con “la testa fra le nuvole”, le due donne erano diventate in poche settimane inseparabili. Ribelli per natura al regime ospedaliero, anche per la loro giovane età, rispetto a una maggioranza di degenti anziani, Annalida e la sua amica non perdevano occasione per “fuggire dal reparto” e scendere con l’ascensore all’entrata della struttura e respirare una boccata d’aria … leggi tutto  (noria nalli)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>