Sclerosi Multipla: come funzionano le cellule “riparatrici” della mielina

Uno studio dell’Università Statale di Milano ha scoperto che le cellule in grado di riparare la mielina riescono a farlo solo quando l’infiammazione cerebrale non è troppo compromesso

Potrebbe aprire nuove importanti strade per la cura della Sclerosi Multipla la scoperta derivante da uno studio dell’Università Statale di Milano, e pubblicato su GLIA, il quale ha identificato il meccanismo dell’azione riparatrice di alcune cellule progenitrici ancora presenti nel cervello adulto, in grado potenzialmente di riparare in parte il danno alla mielina, tipico delle lesioni di SM.

La potenziale combinazione di molecole pro-mielinizzanti, insieme a farmaci che riducono l’’infiammazione (quelli attualmente in uso), potrebbe dar vita a nuove efficaci terapie per contrastare la malattia … leggi tutto  (disabili.com)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>