Sentenza del Tar Lombardia sulla deroga alle distanze tra fabbricati per opere di eliminazione di barriere architettoniche

Nella sentenza n. 809/2018 (27 marzo 2018) i giudici amministrativi hanno espresso il loro parere sull’applicazione della deroga sulle distanze delle opere dirette alla eliminazione delle barriere architettoniche

I giudici hanno respinto il ricorso di una società contro l’autorizzazione comunale
“a realizzazione di corpi di fabbrica anche in sopraelevazione ed ampliamento all’esistente a distanza inferiore a dieci metri (fino a 9 metri), del manufatto realizzato come se tale manufatto risultasse irrilevante dal punto di vista urbanistico-edilizio-privatistico”.

La società ricorrente aveva impugnato il provvedimento comunale con il quale era stata approvata la deroga alle distanze previste dalla disciplina urbanistica comunale per la realizzazione da parte di privati di un ascensore e di un vano scala all’esterno della sagoma di un edificio realizzando ad una distanza di 9 metri invece che 10 metri dall’edificio della società ricorrente … leggi tutto  (Giuseppina Carella – superabile.it)

Puoi replicare

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>